Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Tuesday
Dec 10th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow Emergenza maltempo/ Oliverio tiri fuori i 55mln di euro stanziati dal Governo!
Emergenza maltempo/ Oliverio tiri fuori i 55mln di euro stanziati dal Governo!
mercoledì 25 febbraio 2009

ImageA cura dei Consiglieri provinciali del centrodestra

«Loiero fa il gioco delle tre carte insieme ad Oliverio e continua a tenere chiusi nei suoi cassetti i 55 milioni di euro prontamente stanziati dal Governo Berlusconi
e, anziché attivarsi per porre rimedio ai disastri presenti sul territorio e recare sollievo alle popolazioni, promuove incontri inutili e demagogici e convoca tavoli tecnici, anticipando di fatto la campagna elettorale per le provinciali nel tentativo pietoso di accreditare al Centro Sinistra improbabili meriti. Il Governatore  tenta di prendere in giro le popolazioni colpite dall’emergenza maltempo, cercando di nascondere la propria inerzia amministrativa; ma ci dica però perché non spende i soldi tempestivamente stanziati da Roma; dia conto di che cosa hanno fatto lui ed Oliverio – anzi, di cosa non hanno fatto – per Fagnano Castello in cui le bare del cimitero si trovano per la strada; ci dicano – lui e l’ineffabile Presidente della Provincia di Cosenza – dove ed in che modo sono – anzi, non sono intervenuti». La verità è che la Regione Calabria si è dimostrata assolutamente impreparata ad affrontare una emergenza di tale portata: tanto è certificato dalla bocciatura del Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, nella cui relazione alla Commissione Ambiente del Senato, emerge che le cause del dissesto in atto  sono la mancanza di opere di ingegneria, la cattiva manutenzione e controllo del territorio e soprattutto una gestione urbanistica scriteriata e che il Sistema Regionale di Protezione Civile ha messo in atto azioni non sistemiche né sistematiche, ossia che si limitano a fronteggiare l’evento in corso, prescindendo da un’attività ordinaria di preparazione e pianificazione che al contrario in Calabria si rivela assolutamente inadeguata. Che fine ha fatto il  il Programma Provinciale di previsione e prevenzione del rischio nella Provincia di Cosenza, per il quale sono stati sborsati dall’Ente ingenti fondi solo per aumentare le consulenze esterne ma che – stando a quanto appare sul Portale Web ufficiale della Provincia – sembra essere fermo ad una versione dell’anno 2004 senza essere diventato mai operativo. Un esempio eclatante di come in questi cinque anni siano state sprecate solo risorse economiche, senza nessuna ricaduta reale per la popolazione. Uno scandalo enorme, che rappresenta la cifra del modo di amministrare di Oliverio, teso alla costruzione di una immagine di facciata che non ha nessuna sostanza nel fondo. Risulta invece che soltanto in piena emergenza ed ormai a ridosso della campagna elettorale – precisamente il 17 febbraio scorso – il Presidente della Provincia si sia svegliato dal proprio torpore promuovendo un incontro con L’ANAS con l’obiettivo della creazione di una rete infrastrutturale sicura ed efficiente. Peccato, però, che ventotto strade provinciali continuavano a franare, portandosi dietro case e fango. Il Presidente della Provincia la smetta di fare l’immobiliarista e dia risposte serie ai cittadini che hanno perso la casa per colpa delle sue inefficienze, dei suoi ritardi e della cattiva politica di questa Amministrazione».
Ultimo aggiornamento ( mercoledì 25 febbraio 2009 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO