Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Thursday
Aug 22nd
Home arrow Notizie arrow Interviste arrow Le donne in politica esprimono innovazione
Le donne in politica esprimono innovazione
venerd́ 27 febbraio 2009

di Francesca Gabriele

ImageE’ l’unica donna che entrerà a far parte dei più stretti collaboratori del neo segretario del Pd, Luigi Caputo. Teresa Cicirelli, dopo la segreteria provinciale, si accinge a conquistare quella locale.

Insieme a Cicirelli, l’assemblea degli iscritti, il 28 febbraio prossimo, eleverà a titolo di dirigenti altri giovani, tra questi: Salvatore Acri, Giacinto Stumpo e Francesco Venneri. La Voce del Savuto ha voluto intervistare la giovane Cicirelli. Ecco come ha risposto alle nostre domande.

- Teresa Cicirelli è stata eletta nella segreteria provinciale del Pd e si parla di lei come membro della dirigenza roglianese. Di donne in politica se ne vedono poche. Come commenta?

«Questa è la mia prima esperienza in politica. Sono felice di essere stata eletta come membro dell’assise provinciale del Pd e non nego il mio entusiasmo di poter fare parte anche della dirigenza roglianese. La presenza femminile in politica è poca, le donne sono state sempre impegnate in attività diverse, gestione familiare, lavoro, etc. Oggi il rapporto tra donne e politica sta cambiando. Credo e sono d’accordo con il pensiero del presidente Napolitano: per avere una maggiore presenza di donne in politica bisogna apportare modifiche nella vita democratica dei partiti che poi esprimono le candidature. Le donne in politica sono espressione di innovazione».

- Da donna, quali sono gli obiettivi che intende perseguire in qualità di dirigente del Pd?

« Il mio obiettivo sarà quello di interpretare non solo i sentimenti di noi donne, ma di tutta quella generazione che spera in un futuro diverso. Dobbiamo credere che i progetti, le idee, sono energie in grado di cambiare la realtà. Basta crederlo».

- Che cosa augura al suo partito anche pensando alle prossime provinciali?

« Il Pd nasce dall’incontro tra la cultura socialdemocratica, cristiano e sociale con quella socio- liberale, quindi abbraccia diverse tipologie di pensiero. Si presenta con spirito

di innovazione. In vista delle prossime elezioni provinciali auguro al mio partito di essere il rappresentante di queste diverse culture ideologiche che sono espressione della più ampia democrazia».

- In bocca al lupo.

«Crepi».

 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO