Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Wednesday
Dec 11th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow Progetto SOS - Sport Onlus Solidarietà
Progetto SOS - Sport Onlus Solidarietà
luned́ 13 aprile 2009

Image
L'assessore Aiello con Gattuso
Si è tenuta a Milano il 19 marzo scorso la conferenza stampa di presentazione del progetto SOS – Sport Onlus Solidarietà – che prevede la ristrutturazione di un campo di calcio in località Schiavonea

a Corigliano Calabro, sostenuto dalla Fondazione Rino Gattuso Forza Ragazzi Onlus e da Fondazione Vodafone Italia.

La ristrutturazione del campo di calcio di Schiavonea – Corigliano Calabro – è solo il “pretesto” per creare un percorso virtuoso di ri-socializzazione e per costruire speranza per i giovani.

Ma come può un campo di calcio diventare spazio di socializzazione? La risposta è contenuta nelle azioni di progetto, quattro nello specifico:

 

Lo sport a colori – Integrazione dei cittadini stranieri e degli autoctoni attraverso la strutturazione di una squadra di calcio mista.

Sport anch’io – integrazione dei soggetti disabili – partecipazione ad tornei dei giovani disabili;

Lo Sport a Scuola / la scuola nello Sport” – azione d’informazione e laboratori nelle scuole;

“Pirì Pirì Pippì chi vuol giocare venisse qui” – partecipazione dei giovani alle attività sportive che verranno realizzate nel campo.

 

Alla conferenza stampa, oltre a Rino Gattuso - alla Commissaria Straordinaria di Corigliano Calabro ed alla Segretaria Nazionale di Vodafone Italia- ha presenziato anche l’Assessore Provinciale alle Politiche Sociali Ferdinando Aiello che commentando l’iniziativa ha dichiarato: “Sport/Onlus/Solidarietà, nato dalla volontà di Rino Gattuso, rappresenta un girotondo di parole, di persone, di partenariati, d’incontri e discussione per costruire opportunità per i giovani. Non è un caso il titolo, non sono un caso le azioni del progetto, non è un caso la scelta del luogo, non sono stati scelti a caso i soggetti sostenitori e quelli partner. Tutto fa parte di un unico progetto – ha rilevato l’assessore provinciale uscente - pensato e strutturato per creare in un territorio inclusione sociale, per evitare rischi di devianza, per implementare storie di vita, per ricomporre momenti di aggregazione. La Provincia di Cosenza è pronta a sostenere le azioni sociali con la convinzione che da quanto la società investe nel sociale dipende la crescita qualitativa di un territorio”. Il progetto è stato fortemente voluto e appoggiato dalla dottoressa Tina De Rosis, lungimirante dirigente del comune di Corigliano Calabro.

 



Ultimo aggiornamento ( luned́ 13 aprile 2009 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO