Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Friday
Dec 13th
Home arrow Notizie arrow Storia arrow 2 giugno 1946 - 2 giugno 2009
2 giugno 1946 - 2 giugno 2009
marted́ 02 giugno 2009
ImageAbrogata nel 1977 e reintrodotta nel 2001 dall’allora Presidente Carlo Azeglio Ciampi. La festa nazionale italiana che vuol ricordare quel referendum istituzionale che nel 1946

chiamò gli italiani a scegliere tra la Monarchia e La Repubblica. Gli Italiani scelsero quest’ultima.

Le donne al voto                                                                                                                     

Con Decreto Legislativo luogotenenziale 23 del 2 febbraio 1945 fu riconosciuto il suffragio universale: le donne ottennero il diritto al voto.

I risultati

Gli aventi diritto al voto erano 28.005.449. I votanti furono 24.947.187 corrispondenti all’89,1%. I risultati ufficiali del referendum istituzionale furono: repubblica voti 12.718.641 pari al 54,3%; monarchia voti 10.718.502 pari al 45,7%; voti nulli 1.498.136.

http://www.paolo.valenti.name

 La Parata

Nel giugno del 1948 per la prima volta Via dei Fori Imperiali a Roma ospitava la parata militare in onore della Repubblica. L'anno seguente, con l'ingresso dell'Italia nella NATO, se ne svolsero dieci in contemporanea in tutto il Paese mentre nel 1950 la parata fu inserita per la prima volta nel protocollo delle celebrazioni ufficiali.

Attualmente il cerimoniale prevede la deposizione di una corona d'alloro al Milite Ignoto presso l'Altare della Patria a Massa e una parata militare alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

Alla parata militare e durante la deposizione della corona d'alloro presso il Milite Ignoto, prendono parte tutte le Forze Armate, tutte le Forze di Polizia della Repubblica ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana. Nel 2005, l'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ordinò che defilassero anche il Corpo di Polizia Municipale di Roma ed il personale civile della Protezione Civile. Prendono inoltre parte alla parata militare alcune delegazioni militari dell'ONU, della NATO, dell'Unione Europea e rappresentanze di reparti multinazionali che presentano una componente italiana.

Dalla sua istituzione sino alla sua temporanea abolizione, la parata militare poteva contare sulla sfilata di maggiore personale. Dopo la re-introduzione l'organico defilante fu ridotto notevolmente e nel 2006 venne praticamente eliminata la presenza di mezzi terrestri ed aerei per ragioni di bilancio.

La cerimonia prosegue nel pomeriggio con l'apertura al pubblico dei giardini del palazzo del Quirinale, sede della Presidenza della Repubblica Italiana, con esecuzioni musicali da parte dei complessi bandistici dell'Esercito Italiano, della Marina Militare Italiana, dell'Aeronautica Militare Italiana, dell'Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato.

it.wikipedia.org/wiki/Festa_della_Repubblica 

 

 

 

 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO