Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Friday
Nov 22nd
Home arrow Notizie arrow Attualitą e Societą arrow Carpanzano, un giorno di festa
Carpanzano, un giorno di festa
sabato 10 ottobre 2009

Image  di Pasquale FABIANO

Per rivivere momenti dì svago, per vincere la solitudine che attanaglia Carpanzano, e per riabbracciare dopo un anno i nostri cari, attendiamo con impazienza l'arrivo della bella stagione.

Già dal mese di giugno di ogni anno il "rito" si rinnova. Carpanzano ritrova il clima vivace dei tempi andati con l'arrivo in paese dei ragazzi, figli dei nostri emigranti che, con la chiusura dell'anno scolastico, tornano dai nonni per ritrovare i luoghi, il dialetto, la tradizionale cultura che era dei loro genitori. Con l'arrivo del mese di agosto poi avviene l'esplosione demografica. Le abitazioni che per un anno intero erano rimaste apparentemente abbandonate, e realmente silenziose, tornano alla vita, si ripuliscono gli orticelli dalle erbacce, aumenta in modo esponenziale il traffico veicolare, si tinteggia qualche vecchia parete, così il paesaggio riprende colore e decoro. Con l'occasione del ritorno la locale Pro Loco unitamente all'amministrazione Comunale organizza momenti di svago per intrattenere e rendere più piacevole il breve soggiorno agli ospiti e, per noi residenti, più gustoso questo scorcio di vita quotidiana.In oltre per la serata del quattordici di agosto alcuni compaesani emigranti rientrati a Carpanzano per le vacanze hanno deciso di realizzare un momento di aggregazione sociale, importante ed impegnativo, riuscendo a coniugare nella piazza principale del paese suoni, voci, musica e gastronomia. L'impegno prende spunto dalla ormai consolidata e riuscita manifestazione del maialino cotto alla brace (porchetta). La popolare manifestazione è stata voluta dallo spontaneo comitato denominato "per la porchetta" che l'ha organizzata insieme all'amministrazione Comunale. Questi nostri amici, figli di questa terra, potevano benissimo fare, come si dice, ''i turisti", oppure passare il tempo come più gli avrebbe fatto comodo. Invece si sono impegnati in attività sociali e ricreative. Ben tornati cari compaesani, e grazie a voi tutti per la speciale serata pre-ferragostana che siete riusciti a farci trascorrere, grazie anche per il calore umano che siete stati capaci di trasmetterci. Per me è come se fossi tornato a vivere una sera d'estate di tanti anni fa, di quando, in questo paese, con l'arrivo dell'estate si viveva come momento di benvenuto e testimonianza di affetto l'importante festa del ritorno.Pertanto a te mia cara Voce, vocina, vociona del Savuto, tu che sei sempre attenta su queste nostre cose locali, mi permetto di segnalare la possibilità di destinare il riconoscimento ufficiale di questa nostra terra a tutti i nostri concittadini emigranti. Con la seguente motivazione: pur sobbarcandosi notevoli difficoltà continuano a ritornare per alimentare e mantenere vivo il legame con la terra natia.Fino a quando?  

Lacrime e verità portate dal vento 

di Pasquale Fabiano 

Le campagne abbandonate: è verità.

Le vie deserte: è verità.

 Le scuole chiuse: è verità.

Piangono del Savuto le fonti antiche,

 piangono gli uliveti e pure i vigneti,

 piange la mamma col figlio in grembo.

La rotaia strazia la ruota,

l'asfalto miete dei contadini

le gemme di grano,

sibila il vento e porta le voci

 i momenti felici dei nostri nonni,

racconta di essi di gioie e di croci. 

In questi versi ho voluto testimoniare la mia amarezza, il mio stato d'animo, che è pari a quello di tanti altri che nel Savuto vivono e subiscono la situazione di rassegnazione legata al fenomeno emigrazione. Ognuno ama la propria terra d'origine di cui, anche se da lontano, ne conserva con essa un legame indissolubile, ma la realtà a volte è amara se togliamo le radici. A tanti di noi sono toccate le baligie (Per dirla in calabrese). Questo è ciò che a tanti nostri concittadini ha dato Carpanzano, nonché l'intera valle del Savuto.

 

Ultimo aggiornamento ( sabato 10 ottobre 2009 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO