Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Monday
Jun 26th
Home arrow Notizie arrow Forum (opinioni) arrow Guarasci e Buffone
Guarasci e Buffone
luned́ 02 novembre 2009
Due strade verso la medesima meta

Image  di Aldo Vetere

La comunità roglianese ha espresso due figure eminenti; l’uno esaltato nel ricordo; l’altro testimoniato nel presente che hanno segnato il corso della vita della Valle del Savuto.

Riprendere i tratti dei protagonisti dello scenario politico e culturale è un compito arduo che reclama, proprio nell’illustrazione dei tratti distintivi dell’attività dei personaggi, un impegno notevole non fosse altro perché entrambi hanno fornito una resa che, di volta in volta, nelle diverse fasi della vita, ha interessato, singolarmente o congiuntamente il campo politico e culturale con alternanza di prevalente interesse  per l’uno o per l’altro: Antonio Guarasci e Pierino Buffone hanno, in comune, la medesima connotazione d’origine : ceppi familiari di matrice borghese espressi dal mondo del lavoro. Il ricordo reclama due precisazioni di principio, che non solo rappresentano il preambolo del discorso, ma sono tutte e due finalizzate ad evidenziare l’intima relazione tra i diversificati interessi, quello politico e quello culturale, che si ritiene siano stati coltivati dai soggetti di studio: 

1)       se l’impegno culturale, è il segno distintivo della personalità dello studioso in Antonio Guarasci  la cui formazione è maturata nel mondo della scuola, altrettanta capacità di pregevole acquisizione di nozioni culturali si coglie in Pierino Buffone, che prima come novizio, poi come tirocinante nel campo della conoscenza, ha affinato le sue capacità a quella che è il superbo ateneo del sapere cioè l’insegnamento elargito dalla esperienza nel sociale e nella vita parlamentare

2)      l’impegno politico che se per il primo si è rivelato un prestito della cultura al sociale, nel proposito di armonizzare i due interessi a favore della collettività, per il secondo ha rappresentato l’agognato campo di addestramento delle sue notevoli doti di tribuno, estremamente abile ad agitare le masse degli uditori soggiogandone l’interesse sul piano del diretto interesse per le questioni sociali, che veniva avvertito come gradevole bisogno di ascoltare la voce di un loro naturale delegato alla soluzione dei problemi del momento.Il primo, raffinato conferenziere e pregevole conversatore  trasferiva con la conosciuta capacità espositiva, il patrimonio culturale nel dibattito politico per farne tema di approfondimento e di progettualità, mentre il secondo animatore appassionato e persuasivo delle aspettative della gente, protesa alla ricerca delle soluzioni più appaganti di vita, sapeva cogliere la centralità dei problemi secernendone l’essenza per renderli di più viva attualità e di più conseguente comprensione. La marcata separatezza delle forme e dei metodi di presenza nella vita politica riferita al momento storico in cui hanno operato i soggetti in argomento, è resa palese dalla scelta dei distinti campi di intervento, alcuni ideologici, altri pragmatici, che ne hanno contraddistinto l’esecuzione, settori agevolmente individuabili nelle seguenti finalità perseguite:

1)       Antonio Guarasci  dominato dal sogno di concreta aggregazione delle forze politiche in un unitario disegno propositivo  sulla scia dell’insegnamento di Moro per il quale “la DC ha tracciato il percorso sul quale gli altri, animati dal medesimo ardore innovatore potranno camminare, ha coltivato e poi realizzato, il proposito di accorpare alla visione dogmatica del Partito di maggioranza sul piano dell’impegno sociale, il partito socialista, impostando con Giacomo Mancini una compagna delle nuove idee che ha raccolto molti consensi ed adesioni;

2)       il secondo, alla luce dell’orientamento politico di Don Sturzo, di Gennaro Cassiano e di Don Luigi Nicoletti ha privilegiato il contatto diretto con la parte politicamente impegnata del popolo cristiano ritenendo che essa potesse rappresentare la cinghia di trasmissione  delle idee, ed il tramite potenziale di avvio delle iniziative e dei piani attuativi dei progetti, in  grado  questi a soddisfare le aspettative della comunità territoriale.

In letteratura, sia quella sacra che profana, allorché si è inteso esaltare sotto aspetti diversi l’eguale apporto risolutore di un dato risultato, (sia esso ovviamente di pura spiritualità o di concreta utilità) si è fatto ricorso alla specificazione dei meriti senza comparazione di privilegio a riprova che la comune finalità conseguita è  il solo parametro da considerare come elemento di valore.Mirabile, non solo per l’eccelsa autorevolezza della fonte, sia per il possente carisma delle figure dei Santi Magnificati di cui l’incomparabile contributo alla testimonianza della fede è idealizzato nel lusinghiero ricordo delle opere che ne hanno qualificato l’esercizio in vita:

l’un  fu tutto serafico in ardore,

l’altro per sapienza in terra fue

di cherubica luce uno splendore”

Il raffronto (si utilizza il termine elementare al posto di quello più significativo di similitudine), non va considerato irriverente, ne il richiamo blasfemo, posto che seppure facendo uso di precedenti di elevata dimensione, non comparabili con i modelli trattati, si è voluto dimostrare la consistenza unitaria dei meriti anche nella diversità della loro natura.Nella consapevolezza di avere solo prospettato i contorni del contributo concreto dato da Guarasci e Buffone alla popolazione calabrese non resta altro che prendere atto della pochezza dello scritto e considerare questo invece, come omaggio a Rogliano ridente cittadina della Valle del Savuto, che ha tenuto a battesimo iniziative di elevato pregio culturale, e che ha costituito il centro di interesse politico di tutte le unità territoriali che gravitano intorno ad essa.   

Ultimo aggiornamento ( luned́ 02 novembre 2009 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat