Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Thursday
May 23rd
Home arrow Notizie arrow Musica, eventi e spettacoli arrow Grimaldi celebra il peperoncino
Grimaldi celebra il peperoncino
marted́ 07 agosto 2012
grimaldi, peperoncino.jpgdi Pietro Carbone
L'identità e positività calabrese veicolate nel mondo dal peperoncino. Se n'è parlato durante la prima edizione della festa del peperoncino, svoltasi domenica 8 luglio nella sala consiliare del comune.
Molti i convenuti per ascoltare gli illustri relatori: il professore Bruno Amantea, grimaldese doc, dell'Università Magna Grecia di Catanzaro nonché presidente del Comitato Medico scientifico dell'Accademia del peperoncino, e il giornalista Enzo Monaco, presidente-fondatore della stessa. L’iniziativa è stata voluta fortemente dal nostro concittadino Mario Cuzzetto, presidente delegato per l'Accademia italiana del peperoncino della città di Alessandria, dove risiede.
La serata ha avuto inizio con i saluti del sindaco Giovanni Notarianne che ha tenuto a ricordare “l'impegno di Cuzzetto nel portare nel proprio paese iniziative di promozione culturale” e quelli del presidente della Pro loco Giovanni Iaquinta che ha sviluppato l'idea, programmando a Grimaldi questa festa dal sapore particolare. Enzo Monaco, nel ringraziare gli organizzatori dell'evento, ha ricordato come in Calabria, agli inizi, molti erano scettici sulla sua idea di valorizzare il prodotto piccante, mentre oggi l'Accade-mia vanta sedi in tutto il mondo e “suscita l'invidia degli amici del Nord che pensano chissà quanti soldi ci vogliano per portare in giro la nostra identità positiva rappresentata al meglio dal peperoncino”. “Eppure - ha spiegato Monaco - è molto semplice: le sedi sono aperte e dirette da emigrati calabresi. L'Associazione si propone di creare, approfondire e diffondere una vera e propria cultura del peperoncino. Oggi conta oltre cinquemila soci e sessanta delegazioni accademiche nelle principali città italiane. All'estero solo sedi di rappresentanza nelle più importanti città: New York, Tokyo, Parigi, Monaco di Baviera, Basilea, Sydney, Lausanne. Ultima in ordine di tempo quella aperta in Polonia. In particolare - ha proseguito il giornalista ed enogastronomo - l'accademia vuole far conoscere il peperoncino (capsicum annuum) arrivato in Italia con Cristoforo Colombo, la sua storia, la sua cultura, promuovendone lo studio e la ricerca per quanto riguarda la produzione, le qualità e le sue possibili utilizzazioni, con particolare riferimento al campo della gastronomia, della cosmesi, della farmacologia, della medicina e di qualsiasi altro settore utile all'uomo. Studia e approfondisce le tradizioni, gli usi, le abitudini direttamente o indirettamente collegate al peperoncino in tutti i paesi del mondo. Valorizza, infine, ogni forma di espressione artistica (letteratura, cinema, Tv, giornalismo, pittura, scultura, ecc.) direttamente o indirettamente collegata o collegabile alla "cultura del peperoncino", compresa la connotazione di "piccante" nel senso di "trasgressivo e non conformistico".
Dopo l'orgoglio espresso da Monaco per la sua sfida vinta, la parola è passata al grimaldese Bruno Amantea, che prima di spiegare le virtù del peperoncino ha ricordato i suoi trascorsi di attore in erba proprio nella sala dove oggi si riunisce il consiglio comunale, ma che anni orsono ospitava il piccolo cineteatro. Con l'ausilio di diapositive, il professore Amantea ha raccontato, dal punto di vista medico, come il rosso fornisca un serio aiuto per le malattie cardiovascolari ma anche un aiuto per dormire meglio, oltre ad un più generale aumento della capacità tonica del-l'organismo. Il peperoncino viene, infatti, considerato come un'ottima cura preventiva dell'infarto e delle malattie cardiocircolatorie ed è stato inserito anni fa all'interno di un elenco assai dettagliato, come una delle dieci cose consigliate per la buona salute abbinata alla buona tavola. L'uso costante di peperoncino ab-bassa, in particolare, il livello di colesterolo nel sangue, aiuta il cuore e agisce come vasodilatatore con grossi benefici per i capillari e per le coronarie. Il seme del peperoncino contiene molti acidi polinsaturi che eliminano dalle arterie il colesterolo in eccesso e i trigliceridi. Il peperoncino, inoltre, diminuisce l'insorgere di trombi. Oltre a dilatare i vasi sanguigni e a migliorare la circolazione del sangue agisce anche come antidolorifico naturale. Una sua sostanza può, infatti, stimolare alcuni recettori distribuiti in bocca che ordinano al cervello di rilasciare endorfine, gli ormoni che migliorano la resistenza al dolore e danno allegria e serenità. Spazio anche ai benefici che il peperoncino fornirebbe contro le malattie tumorali, e nel merito il professore Amantea ha ricordato le.polemiche che ci furono con il prof. Enzo Mirone, presidente della Società Italiana di Urologia, che parlava di azione dannosa della capsaicina sulla prostata.
Secondo Amantea "non esiste nella letteratura scientifica mondiale alcun articolo riguardante il danno potenziale o reale causato alla prostata dalla capsaicina; e non esistono nemmeno osservazioni o dati epidemiologici che indichino un aumento dell'incidenza del tumore alla prostata nei territori e nelle aree geografiche con più elevati consumi di peperoncino come il Sud Italia o il Messico. Gli studi apparsi negli ultimi due anni - ha spiegato il professore - attribuiscono invece alla capsaicina proprietà anticancerogene nei confronti del cancro alla prostata. Dagli studi si evince la capacità della capsaicina di indurre apoptosi (suicidio) delle cellule neoplastiche prostatiche già a dosaggi estremamente bassi (equivalenti a un paio di grammi di Habanero al giorno per un uomo adulto).
Dopo il seguitissimo convegno la prima festa del peperoncino è proseguita in “Piazza” con l'assaggio dei prodotti enogastronomici, ovviamente tutti a base di peperoncino e un intermezzo musicale.

*Nella foto, l'organizzatore Mario Cuzzetto insieme alla signora Maria Amantea
Ultimo aggiornamento ( marted́ 07 agosto 2012 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO