Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Sunday
Aug 25th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow Rogliano. Mercato domenicale / Di Gioia: «Siamo estranei a vicende di vario colore politico»
Rogliano. Mercato domenicale / Di Gioia: «Siamo estranei a vicende di vario colore politico»
giovedì 27 settembre 2012
vitantonio di gioia.jpgContinuano le polemiche in seno alla raccolta di firme per lo spostamento del mercato, pertanto, facendo seguito a quanto da me già comunicato in precedenza, occorre fare delle ulteriori e doverose precisazioni.

Il Comitato Commercianti di Rogliano è libero da ogni legame con la politica e non intende sostituirsi al democratico scambio che essa dovrebbe esercitare nelle opportune sedi. Noi intendiamo portare il nostro contributo di idee e la nostra voce all'interno della comunità e delle istituzioni locali, scevri da condizionamenti di qualsiasi genere.
Stimiamo l'attuale amministrazione comunale e ne apprezziamo gli sforzi e la buona volontà nel-l'azione di rivalorizzazione economica e commerciale del paese, ma, tuttavia, non possiamo che registrare una volontà ed un disagio che i nostri associati hanno espresso più volte personalmente, ed oggi, attraverso la raccolta di firme. Già durante alcuni nostri incontri, proprio per ben comprendere le singole volontà degli associati, ho chiesto agli stessi di esprimere un loro parere sullo spostamento del mercato lungo la principale arteria viaria del paese, ed il risultato, in quelle sedi, è stato di bocciatura completa. D'altronde, un comitato spontaneo come il nostro non può prescindere da quella che è la volontà della maggioranza dei propri associati, che diventa, quindi, punto di forza e di partenza delle attività da mettere in campo.
Ci rammarica che un disagio espresso civilmente e nella piena libertà di cittadini e operatori economici, si sia trasformato, invece, nell'ennesi-mo scontro politico, anche se purtroppo, siamo consapevoli che nelle nostre latitudini, molto spesso non si riesce a mettere da parte la politica, una sorta di "sigillo" che, purtroppo, sottende ad ogni attività e iniziativa.
La raccolta di firme per lo spostamento del mercato si è trovata a viaggiare parallelamente con la volontà della maggioranza dei nostri associati, ed è quindi una consecutio logica che molti di noi abbiano deciso di apporre il proprio consenso sul documento che sta circolando; non a caso, è da diversi mesi che si è cercato con il sano dialogo, con lo scambio di idee e di proposte, di addivenire ad una soluzione condivisa tra commercianti, operatori ambulanti e amministrazione comunale, ma il tempo è avaro, e molto spesso, specie in periodi di crisi, quando i registri contabili custodiscono valori in negativo rispetto agli stessi periodi degli anni passati, si cerca di fare un bilancio e di capire cosa è intervenuto a generare tale situazione, e oltre alla crisi mondiale, non può che sfuggire un calo di fatturati nelle domeniche per quegli esercizi che invece proprio in questo giorno registravano i maggiori incassi.
Questo è quanto i nostri associati lamentano, e da commerciante non posso che condividere anche se la mia attività è aperta di domenica solo occasionalmente. Evidentemente, il nostro target di clientela pretende di arrivare fin dentro il negozio con la propria autovettura, non è forse un caso quanto accadutomi alcuni anni fa quando un cliente, nel tentativo di risparmiare qualche passo a piedi, mi ha sfondato la vetrina con l'autovettura; sarà una cattiva abitudine, sarà un condizionamento psicologico, sarà un'usanza da mettere da parte prima o poi, ma per il momento esiste ed è radicata nei nostri clienti, e poiché questi non sono periodi per "sperimentare" ed "educare" a nuove e più sane abitudini, noi da commercianti non possiamo che mettere in atto e sposare tutte le iniziative finalizzate a rendere più agevole la fruizione delle nostre attività, da chiunque esse vengano proposte, ribadisco, senza voler assolutamente scendere in beghe politiche.
Spero che quanto sopra risulti necessario a fare chiarezza sulla faccenda e a ribadire la nostra più totale estraneità a vicende di vario colore politico.

Nella foto il dottore Vitantonio Di Gioia, presidente del Comitato commercianti di Rogliano
Ultimo aggiornamento ( giovedì 27 settembre 2012 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO