Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Sunday
Aug 25th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow "Mandiamoli tutti a casa!"
"Mandiamoli tutti a casa!"
giovedì 18 ottobre 2012
spettinate ok.jpgdi Giancarlo Aspromonte
“Mandiamoli tutti a casa!"… È questa la frase più ricorrente degli ultimi tempi.
Sarà a causa della forte crisi economica, sarà perché ogni giorno viene fuori la notizia di nuovi scandali, o sarà (e magari fosse!) che finalmente il Popolo ha decretato il suo "risveglio", ma è proprio questa la frase più ricorrente e più apparentemente pronunciata con rabbia e disgusto da gran parte dei Cittadini Italiani: "Mandiamoli tutti a casa!".
In tanti pensano che bisognerebbe scendere in piazza e marciare su Roma per costringerli ad andare via, ma questa strada non è perseguibile in un Paese come il nostro, né per Legge, né per "praticabilità"; si incorrerebbe semplicemente in una inevitabile serie di reati e scatenerebbe una serie di "mosse" giustificate e legali che li manterrebbero ancora al potere per anni e anni.
No, non è questa la strada, decisamente!
Però un modo per "farli fuori" tutti in blocco c'è e non è neppure tanto difficile da mettere in atto, se davvero quello che sembra essere un rigurgito di orgoglio del Popolo Sovrano è "sostanza" e non "facciata".
Quando ci chiameranno a votare - dopo che si saranno "scannati" per scegliere chi devono candidare e dopo aver emanato (ammesso che ci riescano) una nuova Legge Elettorale che li "protegga" dalle insidie del voto - noi potremo fare la nostra "grande rivoluzione": basterà andarci tutti, anche chi non sta più votando da anni, e non votare nessuno dei simboli che sono già stati nel "Palazzo", né quelli con gli stessi uomini che si sono "riciclati" in altre "sigle", vecchie e nuove. Così facendo, chi andrà a sedere su quegli scranni, saprà perfettamente che il Popolo ha dato una direttiva precisa: cambiare rotta! "Questo voto", e non altri, potrà aprire le porte ad un futuro diverso, che faccia tenere ben presente a tutti che non siamo pecore, non siamo numeri né limoni da spremere in continuazione, ma che "l'Italia" è abitata da un Popolo fatto di Uomini.
Questa - se avvenisse - sarebbe la più grande rivoluzione di tutti i tempi: un'intera classe dirigente spazzata via senza colpi di Stato, senza interventi militari, senza fomen-tatori di piazza, senza cedere alle lusinghe di "incantatori di serpenti" e di "pifferai magici". Questa - se avvenisse - sarebbe il ritorno alla Libertà, la riconquista di ciò per cui i nostri padri hanno combattuto e per cui tanti di loro hanno dato la vita.
Riprendiamoci la nostra Terra, riprendiamoci la Libertà di essere Uomini!
Ultimo aggiornamento ( giovedì 18 ottobre 2012 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO