Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Tuesday
Dec 10th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow Dati statistici positivi e controcorrente per l'Università Magna Graecia di Catanzaro
Dati statistici positivi e controcorrente per l'Università Magna Graecia di Catanzaro
lunedì 18 febbraio 2013
garofalo eugenio.jpgL'Università Magna Graecia di Catanzaro va controtendenza rispetto al dato nazionale,  in cui si evidenza “una riduzione degli iscritti all'Università di circa 58 mila studenti, cosi come evidenziato dal Consiglio Universitario Nazionale». È quanto affermano il componente del Senato Accademico Eugenio Garofalo (nella foto) ed il componente del CDA Giuseppe Mazza.
«A fronte di tante criticità che emergono nella nostra Regione, il Campus di Germaneto - spiegano Garofalo e Mazza - è l'istituzione che presenta dati statistici positivi e controcorrente. L'eccellenza si rileva sia per l'offerta sanitaria che il nostro ateneo riesce ad offrire all'utenza e alla ricerca scientifica in generale, sia  per la positiva percezione che l'Ateneo conserva all'interno del mondo giovanile, desideroso di seguire percorsi professionali e specialistici da spendere proficuamente nel mercato del lavoro. Rispetto al crollo delle iscrizioni ai vari corsi di laurea, registrato in quasi tutti gli Atenei del nostro paese, l'UMG non solo non ha diminuito le richieste di iscrizione,  ma ha aumentato la sua popolazione studentesca.  I numeri  continuano i due esponenti dell'UMG -  infatti non si prestano ad interpretazione, dal momento che oltre alla saturazione di tutti i posti messi a disposizione dai vai corsi di laurea, sia nell'ambito sanitario che giuridico, sono state inoltrate ulteriori richieste di immatricolazione rispetto al numero previsto dalla nostra offerta formativa. L'attenzione che la collettività rivolge verso il nostro Ateneo  aggiungono Garofalo e Mazza -  deve indurre le istituzioni a porre sempre di più particolare attenzione verso il mondo accademico e gli sforzi che esso compie per lo sviluppo della cultura in Calabria. Dalla Fondazione Tommaso Campanella, all'Azienda Mater Domini, e a tutte le organizzazioni collaterali impegnate a rafforzare il ruolo propositivo e innovativo della nostra Università Magna Graecia, proviene quindi e a buon diritto, - concludono -  un corale appello affinché le istituzioni preposte sostengano incondizionatamente ed operativamente il grande sforzo profuso nella proiezione della cultura calabrese».
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO