Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Thursday
Jan 17th
Home arrow Notizie arrow Cronaca arrow Truffa all'Ue, Gdf sequestra azienda di produzione alghe nel cosentino
Truffa all'Ue, Gdf sequestra azienda di produzione alghe nel cosentino
marted́ 19 febbraio 2013
guardia finanza.jpgCOSENZA - La Guardia di finanza del Nucleo di polizia tributaria di Catanzaro ha sequestrato questa mattina beni aziendali e personali degli amministratori della società che doveva produrre alghe in un impianto industriale in realtà mai entrato in funzione a Mongrassano, nel cosentino.
La truffa ai danni dell'Unione europea ammonta a 10 milioni di euro di cui 5 già erogati e 5 bloccati al ministero dello Sviluppo economico con il decreto di sequestro eseguito oggi.
Cinque persone risultano indagate: due amministratori, due collaboratori (padre e figlio) e un professore universitario di origine albanese che era il responsabile scientifico dell'industria e avrebbe dovuto coltivare alghe di origine marina lavorando i residui della lavorazione di formaggi. Dal processo chimico sarebbero stati inoltre estratti gli ingredienti base per prodotti alimentare destinati all'uomo.
Il progetto di finanziamento prevedeva una fase di ricerca che non è mai stata fatta (sono state scoperte attrezzature nuove e imballate nel capannone industriale) e una fase di industrializzazione, anch'essa soltanto di facciata. L'impianto, secondo quanto accertato dai finanzieri, era stato realizzato a metà nonostante gli amministratori avessero attestato che la produzione era in corso.
Per simulare l'attivitù industriale erano state parcheggiate fuori dallo stabilimento delle automobili che in realtà erano abbandonate, senza contrassegno assicurativo, al solo fine di mostrare falsamente la presenza di operai all'interno dell'impianto. La Guardia di finanza nei mesi scorsi ha sentito i dipendenti che avrebbero dovuto svolgere attività lavorativa in quel progetto ma molti di essi hanno ammesso di non sapere neppure dove lo stabilimento industriale fosse collocato (Adnkronos).
Ultimo aggiornamento ( marted́ 19 febbraio 2013 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO