Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Wednesday
Dec 11th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow Panettieri / Franco Talarico: «"La strada che non c'è" è un'opera prioritaria ed urgente»
Panettieri / Franco Talarico: «"La strada che non c'è" è un'opera prioritaria ed urgente»
martedì 08 marzo 2016
franco talarico.jpgÈ da circa trent'anni che sono iniziati i lavori per la strada del Medio Savuto che dovrebbe collegare Colosimi con la strada dei Due Mari, attraversando i paesi della ex comunità montana del Reventino Tiriolo Mancuso, ma ancora a tutt’ oggi, non è percorribile nemmeno per un chilometro.
Oltre ad essere un amministratore di Panettieri, faccio parte del Comitato Spontaneo “La Strada Che Non C’è” che grazie ad un costante impegno ha cercato in questi anni di sensibilizzare le istituzioni competenti. Numerosi sono stati da sempre gli interessamenti politici, dalle interpellanze parlamentari del Senatore Piero Aiello a quelle dell’Onorevole Paolo Parentela e numerosi gli incontri del Comitato con L’ onorevole Baldo Esposito il quale ha anche chiesto la discussione in Consiglio Regionale al fine di trovare una soluzione all’ annoso problema.
C’è anche da segnalare l’intervento del Presidente della Provincia Enzo Bruno che insieme a tutti i Sindaci ha avuto un incontro con l’Assessore Regionale competente in materia Musmanno, il quale ha preso l’impegno di cercare di fare inserire l’opera nel Patto per la Calabria.
Non molto tempo fa il Comitato per mezzo del suo Presidente Mazza, aveva chiesto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi di inserire l’opera nel cosiddetto “Sblocca Italia”. Dopo qualche tempo c’è stata la risposta del Governo il quale chiedeva spiegazioni al Capo di Gabinetto della Regione Calabria, spiegazioni che ancora non sono arrivate!
Sperando che queste azioni possano essere efficaci, resta comunque il rammarico dello spopolamento di questo territorio, dove ogni giorno diventa sempre più problematico raggiungere le città. Ed all’ aspetto dello spopolamento resta connesso quello del mancato rilancio economico dei nostri paesi i quali sono fortemente penalizzati da una viabilità difficoltosa.
La costruzione di questa opera cosi come il miglioramento delle strade esistenti e della tratta ferroviaria Catanzaro Cosenza, sono passaggi fondamentali dell’azione politica finalizzati a dare ossigeno a territori troppo spesso dimenticati. Una buona viabilità consentirebbe di raggiungere agevolmente le città e di sicuro incentiverebbe molte famiglie a tornare nei piccoli centri e magari anche gli imprenditori ad investire nel territorio e avere cosi un rilancio economico. Queste sono le opere utili a tutti e non ai singoli cittadini o ai singoli comuni, ma ad un intero territorio.
Franco Talarico
Il Vice Sindaco di Panettieri e componente del “Comitato La Strada Che non c’è”




Ultimo aggiornamento ( martedì 08 marzo 2016 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO