Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Saturday
Nov 17th
Home arrow Notizie arrow Attualitą e Societą arrow Il roglianese Enrico Ambrogio sale sul podio al campionato mondiale di pizza piccante
Il roglianese Enrico Ambrogio sale sul podio al campionato mondiale di pizza piccante
sabato 27 ottobre 2018
ambrogio 1.jpg

di Monica Vendrame
Il roglianese Enrico Ambrogio, classe 1991, si è classificato al terzo posto della 18esima edizione del “Campionato Mondiale di Pizza Piccante”, che si è tenuta lo scorso 23 e 24 ottobre presso il Santa Caterina Village di Scalea. L’evento, organizzato da Francesco Matellicani (presidente del Movimento Pizzaioli Italiani) in collaborazione con l' "Università del Gusto", la "Scuola Nazionale Pizzaioli Professionisti" e con il patrocino dell'"Accademia Italiana del Peperoncino", ha visto la partecipazione di pizzaioli provenienti da tutta italia e dall'estero. Essi si sono sfidati mettendo alla prova le proprie abilità culinarie in ognuna delle specialità che questa competizione, incentrata sulla professionalità, tecnica e gusto della pizza, offre.
ambrogio 2.jpgAnche quest'anno i giudici hanno riscontrato l'eccellente livello di preparazione dei partecipanti che hanno accostato ingredienti per la farcitura piuttosto originali. Il nostro corregionale Enrico Ambrogio è salito sul podio nella categoria "Pizza classica-tonda". Il suo manicaretto, che ha simpaticamente chiamato "Pizza Acquolina", è un impasto diretto, lievitato a massa per ben 72 ore, dopo di che viene stagliato in tante palline. La pizza è stata condita con una confettura di mele, peperoncino piccante, mozzarella e baccalà; una volta cotta sono stati aggiunti ulteriori ingredienti come la cipolla caramellata di Tropea, i capperi ed il prezzemolo. Chi avesse intenzione di assaggiarla, deve recarsi a Rende, presso la galleria commerciale, ed entrare nella pizzeria "Acquolina".
«Partecipare a questi eventi è meraviglioso, perché si cresce professionalmente - ha dichiarato il bravissimo pizzaiolo roglianese -. Poi, se sali sul podio, sono grandi le soddisfazioni. È stata una gara molto tosta, ricca di campioni in gara e desiderosi di esprimersi al massimo. Io, però, - ha aggiunto - ho creduto in me stesso sino all'ultimo, Un grazie lo devo al mio maestro pizzaiolo Filippo Miriello. Lui, che ha vinto tanti campionati, mi ha spinto a fare questa gara perchè ha sempre creduto in me. Sicuramente continueremo a fare ancora tante cose insieme, progetti ne abbiamo molti. Ho maturato anche esperienze professionali a Milano, lavorando in varie catene per oltre due anni».
Ultimo aggiornamento ( sabato 27 ottobre 2018 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO