Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Wednesday
Dec 11th
Home arrow Notizie arrow Attualità e Società arrow Il comitato cittadino denuncia le carenze del Distretto Socio - Sanitario
Il comitato cittadino denuncia le carenze del Distretto Socio - Sanitario
martedì 07 ottobre 2008

Notevoli i disagi per gli utenti

di Luigi Michele Perri*

ImageROGLIANO.- Non funziona o funziona male il Centro unico di prenotazioni 

del distretto sanitario di Rogliano. E’ quanto denuncia Damiano Mirabelli, che coordina un comitato di cittadini e che afferma di sottoscrivere in toto le denunce fatte dal consigliere Piero Buffone nell’ultima riunione dell’assemblea municipale su una serie di carenze nei servizi del presidio dell’Asp. Riuscire a prenotare una visita è una vera e propria impresa: una stampante del centro è rotta e uno dei due computer disponibili è fuori uso. Ma, come sostiene Mirabelli, “sono notevoli i disagi di quegli utenti che dai paesi meno vicini si devono recare presso la struttura per una prenotazione”. Non viene data la possibilità della prenotazione telefonica, né via internet. Su una lettiga riposano diversi computer guasti e nessuno si pone il problema di recuperarli all’efficienza. Da mesi è fuori uso la macchina per la magnoterapia. Sempre stando alle denunce esposte da Mirabelli, “è carente anche l’assistenza domiciliare, gli utenti che ne hanno bisogno sono molti e il personale è insufficiente”. Lo spirito di sacrificio degli operatori addetti a questo servizio non riesce a far fronte alle tante richieste:” Quanti anziani e quanti disabili – sottolinea il responsabile del comitato civico – non riescono ad avere cure a domicilio, venendo così privati di un loro diritto. E’ stata fatta un’indagine per conoscere la consistenza di questa domanda e le possibilità di poterla soddisfare?”. Tali rilievi si aggiungono a quelli fatti dal consigliere Buffone che, nei giorni scorsi, parlava di lunghe liste di attesa, di specialisti che mancano, di strumentari che vengono richiesti da tempo, di dotazioni ambulatoriali insufficienti, di ascensore che non funziona, di degrado della struttura la cui facciata, dopo anni e anni, è priva di intonaco. “Dove dobbiamo arrivare ancora?”, si chiede Mirabelli, che aggiunge:” E’ bene che gli amministratori dei diciannove comuni del distretto si rendano conto di questa situazione che ha del drammatico e aprano un confronto con l’amministrazione sanitaria, che sin qui si è mostrata sorda ad ogni richiamo, ad ogni segnalazione, ad ogni legittima richiesta. Se non provvederanno i sindaci a sollecitare i dovuti interventi, saremo noi cittadini ad inscenare manifestazioni di protesta che potrebbero avere sbocchi clamorosi. Il Savuto è abbandonato a se stesso. E’ bene che gli amministratori chiedano un’inversione di rotta, soprattutto per quanto riguarda la sanità pubblica,  che in questa zona è gestita malissimo. Che lo facciano apposta?”.

*Giornalista e scrittore

Fonte della notizia:Image

Foto: Sito ufficiale comune di Rogliano 

Ultimo aggiornamento ( martedì 07 ottobre 2008 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO