Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Saturday
Dec 14th
Home arrow Notizie arrow AttualitÓ e SocietÓ arrow ╚ in formato pocket la prima guida turistica del Comune di Grimaldi
╚ in formato pocket la prima guida turistica del Comune di Grimaldi
venerdý 11 gennaio 2008
Una guida turistica per valorizzare e far conoscere anche all’estero il territorio, la cultura, la storia, le tradizioni, il folklore di Grimaldi. È questo l’ambizioso progetto dell’amministrazione comunale che ha visto la luce di recente. Già esposta alla “Bit” di Milano e alla “Fiera dei cento comuni” di San Marco Argentano, è stata presentata e distribuita ai grimaldesi nel corso della recente “Festa del castagno” del 26,27 e 28 ottobre scorsi.

La guida, dal titolo “Viaggio nel Comune di Grimaldi”, consta di trentatrè pagine di storia, arricchite da una serie di splendide immagini che ritraggono i panorami e gli angoli più caratteristici e suggestivi del paese. La presentazione dell’opuscolo è curata dal sindaco Giuseppe Albo. «La guida – scrive il primo cittadino – rappresenta il primo necessario passo per altri progetti di promozione turistica che mirano a far diventare Grimaldi un paese albergo, un punto di riferimento e un luogo eletto sia per i tanti turisti che già lo scelgono come meta di vacanza, sia per gli altri che, imparando a conoscerlo, lo apprezzeranno». Ricca di storia e avvolta da leggende, Grimaldi si adagia in una conca alle pendici dei monti Santa Lucerna e Faeto. Di origine longobarda, il territorio grimaldese ha subito le irruzioni di bizantini e arabi e il dominio normanno-svevo, seguito da quello angioino, aragonese e spagnolo. Distrutta dal terremoto nel 1638, risorse un anno dopo ai piedi di Chiata, “Impedichiati”, assumendo negli anni la caratteristica forma di una croce. Grimaldi vanta un patrimonio storico ed architettonico di tutto rispetto. Il centro storico si dirama in mille vicoli ricchi di antichi portoni, palazzi ed edifici religiosi: la Chiesa Madre, eretta nel ‘700 e dedicata ai patroni SS. Pietro e Paolo; la Chiesa di Sant’Antonio, che custodisce opere di intaglio ligneo settecentesco e la statua dell’Ecce Homo attribuita a Frate Umile da Pietraia; la Chiesa della Concezione; la chiesetta della Cona dedicata all’Addolorata; la cappella della Foce, nella quale si venera una miracolosa immagine dell’Immacolata, che i grimaldesi venerano dal 1806. La guida si chiude con una carrellata dei personaggi celebri di Grimaldi, con gli appuntamenti religiosi, le feste civili, le giornate sportive, i piatti tipici e le informazioni utili.

                                                    ANTONIETTA MALITO 

 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO