Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Monday
Dec 16th
Home arrow Notizie arrow Attualitą e Societą arrow Donatella Laudadio assume un importante incarico
Donatella Laudadio assume un importante incarico
sabato 25 ottobre 2008

ImageA difesa delle minoranze linguistiche

L’Assessore alle Minoranze Linguistiche, Donatella Laudadio, nominata rappresentante di tutte le Province italiane nella Commissione del  Dipartimento per gli affari regionali

riguardante la legge 15 dicembre 1999 n. 482, recante norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche.

 

E’ stata istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento per gli Affari Regionali- con decreto del 1 ottobre 2008, la Commissione del  Dipartimento per gli affari regionali riguardante la legge 15 dicembre 1999 n. 482, recante norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche.

Nella Commissione è stata nominata, in rappresentanza di tutte le Province d’Italia, l’Assessore Provinciale alle Minoranze Linguistiche, prof.ssa Donatella Laudadio.

Si tratta di un alto riconoscimento, in primo luogo per il Presidente Oliverio, che per primo fra i Presidenti Provinciali d’Italia  ha voluto istituire una delega alle Minoranze Linguistiche, e poi per l’Assessore del Pd, Donatella Laudadio, e per il lavoro da lei svolto in questi anni, per tutelare e diffondere le culture di Minoranza, che in Provincia di Cosenza abbracciano  decine di Comuni .

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore  Laudadio, la quale ha ribadito il suo impegno e quello del Presidente che guida la Provincia di Cosenza, on. Gerardo Mario Oliverio verso le minoranze linguistiche, patrimonio culturale in Italia da tutelare contro l’omologazione globale e nel contempo valorizzare, per difendere l’essenza stessa della democrazia, che si nutre di diversità, e muore quando prevale l’omologazione ed il Pensiero Unico Egemone.

 “ In questo momento-ha detto la Laudadio- il rischio di cancellazione delle diversità è più alto che mai, soprattutto per il pericolo di scomparsa, a causa del Decreto Gelmini, delle scuole di minoranza, che rappresentano il circuito primario per l’insegnamento della lingua materna, e che, se  cancellate o accorpate con istituzioni di lingua italiana, renderanno impraticabile quanto previsto dalla legge 482,ossia l’insegnamento della lingua, che rappresenta lo strumento fondamentale attraverso il quale una collettività perpetua la propria identità, e la preserva dalla cancellazione. Tale ulteriore   effetto perverso dei provvedimenti di questo governo sarebbe gravissimo , perché a nostro avviso un decreto –legge non può impedire  l’applicazione  di una legge che attua la Costituzione,come la L.482/99, che dà attuazione a due articoli della Costituzione (art..3 e 6).Questa battaglia di difesa delle Minoranze  porteremo in tutti gli ambiti ministeriali, e persino all’attenzione del Presidente Napolitano e della Corte Costituzionale, proprio dalla postazione più adatta, che è la Commissione  del Dipartimento Affari Regionali della quale siamo stati nominati componenti.”

Si ringrazia l’ufficio stampa della Provincia di Cosenza per questo comunicato stampa

Ultimo aggiornamento ( sabato 25 ottobre 2008 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO