Password dimenticata?
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Auto width resolution
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • red color
  • green color

La Voce del Savuto

Wednesday
Dec 11th
Home arrow Notizie arrow Attualitą e Societą arrow I presepi di Laino e Panettieri riproposti nella sede della Provincia
I presepi di Laino e Panettieri riproposti nella sede della Provincia
sabato 20 dicembre 2008

Image
Al centro. il presidente Oliverio
Per il secondo anno la Provincia di Cosenza ha visto riproposto nella sua sede il ricordo degli straordinari eventi di Betlemme, grazie alle rappresentazioni dei Presepi viventi

che saranno allestiti nel giorni delle festività natalizie nei paesi di Laino Castello e Panettieri.Due borghi che segnano i confini provinciali a nord ed a sud del territorio, per loro stessa strutturazione di nuclei abitati antichi e di rara suggestione  naturalmente “presepi”, nei quali è viva e viene mantenuta la tradizione della ricostruzione della Natività, fattasi attrazione ormai nazionale per turisti e visitatori.

Presso la sala delle adunanze consiliari, nel pomeriggio di ieri, i figuranti di Laino e Panettieri intenti nelle loro attività, l’ultima nata Nicole che sarà Gesù Bambino a Laino Castello, gli esperti suonatori di zampogne si sono ritrovati per una anteprima alla quale hanno assistito il Presidente Mario Oliverio, l’Assessore al Turismo Rosetta Console, i Sindaci Giovanni Bonacci (Panettieri) e Giovanni Cosenza (Laino Castello), di Mormanno Guglielmo Armentano  oltre che i consiglieri Biagio Diana e Michele Ambroggio, la presidente della Pro Loco di Laino, Rosy Laino, la rappresentante del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Pollino Liliana Bernaudo.

Ben 130 gli abitanti impegnati a Panettieri i prossimi 25-26-28 Dicembre e 1-4 e 6 Gennaio per il Presepe Vivente, oltre 100 quelli che si metteranno in scena a Laino Castello il 26 Dicembre ed il 6 Gennaio.

Per le stradine, nelle case, nei vicoli dei due splendidi borghi inseriti in cornici naturali davvero d’eccezione, oltre ai personaggi dei quadri sacri, anche merlettaie al tombolo, ciabattini, numerosi artigiani, pastori in una ricostruzione accurata che offrirà un vero salto nel tempo.

Una offerta culturale e turistica, che viene da realtà che vogliono con questo partecipare anche valori identitari, che di certo confermerà le straordinarie presenze registrate negli scorsi anni.

“ I Presepi viventi allestiti in Panettieri e Laino Castello- ha detto il Presidente Oliverio- hanno il pregio non solo di recuperare una sentita tradizione, ma quello di ridare il senso di valori e dimensioni anche urbane che meritano di essere conosciute, oltre che agevolare un contatto con comunità che hanno deciso di rimanere nei luoghi,    non abbandonarli. Scelte forti, importanti che vanno sostenute anche dalle istituzioni, come ha inteso fare  la Provincia, che proprio recentemente ha avviato con l’Università della Calabria un composito progetto che contrasta il fenomeno dello spopolamento delle aree interne e le sue gravi implicazioni.”  

 

Ultimo aggiornamento ( sabato 20 dicembre 2008 )
 
 
Benvenuti sul portale de La Voce del Savuto!
 
Entra in Chat                                                         

LA VOCE DEL SAVUTO

IL CALENDARIO DEL SAVUTO