Grimaldi, Rino: «In scadenza i finanziamenti per la riqualificazione del borgo. Propongo un incontro con i sindaci dei paesi vicini»

Primo Piano
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

GRIMALDI – Valorizzare e riqualificare il territorio, preservarne le bellezze, difenderne la cultura, incentivarne il turismo.
In una lettera indirizzata al sindaco e all'assessore al Turismo, il consigliere di minoranza Attilio Rino focalizza l’attenzione su una data estremamente importante e ormai prossima: il 29 maggio, termine ultimo per accedere al finanziamento relativo alla “selezione di interventi finalizzati alla riqualificazione e valorizzazione turistico-culturale dei comuni della Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia”.
«Dando per certo che, come amministrazione, siete interessati alla partecipazione al bando e sicuro che su di esso vi siate già attivati – scrive Rino - propongo, data la gravità del momento, un incontro, anche virtuale, con i sindaci dei paesi vicini, le minoranze consiliari e magari con esperti della materia, per concordare ed elaborare un piano organico di interventi e di studio che faccia “rete” con il territorio del Savuto».
In attesa dell’incontro richiesto, il consigliere di minoranza suggerisce gli interventi, a suo parere interessanti, da inserire in questo piano di sviluppo: la valorizzazione del Convento, perché possa diventare il cardine degli incontri e dell’ospitalità; il recupero di alcune abitazioni pericolanti, da destinare a visitatori/ospiti; la valorizzazione di alcune aree urbane; il restauro del monumento ai caduti; la realizzazione di un parco archeologico dove sorgeva l’antico paese; il ripristino di sentieri montani; lo studio e la messa in sicurezza degli antichi manufatti in pietra sul monte Santa Lucerna; il recupero dell’archeologia industriale: mulini, frantoi, "caseddre" e altri opifici.
«Considerato che la cifra finanziabile per i comuni inferiori a cinquemila abitanti, può arrivare fino a un milione di euro - informa Rino – una somma del genere, potrebbe rappresentare l’avvio di un processo di rinascita della nostra economia, oggi quasi inesistente in un paese a rischio di spopolamento. Per la sua posizione geografica, il suo paesaggio urbano, storico e naturalistico, Grimaldi potrebbe finalmente diventare, facendo rete con i comuni vicini, uno di quei piccoli gioielli sparsi tra le colline e le montagne d’Italia che attirano i viaggiatori amanti del verde e del relax. È necessario - conclude il consigliere di minoranza - unire le forze per affrontare uno studio organico che, oltre ad intercettare futuri finanziamenti, valorizzi veramente e durevolmente il nostro territorio, dalla campagna al centro storico, fino alla montagna, luogo del mito e della produzione agricola e pastorale».