Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il DPCM del 3 novembre 2020 ha previsto dal 6 novembre al 3 dicembre la zona rossa per la Regione Calabria. Sono state emanate restrizioni importanti e, tra le altre,sono state sospese tutte le competizioni sportive tranne quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e dal CIP (Comitato Italiano Paraolimpico). Di conseguenza, è stato deciso lo stop anche per il Campionato di Seconda Categoria Girone B-Cosenza, a cui partecipa l'ASD Atletico Rogliano 2018, l'unica squadra cittadina di un Campionato Dilettanti.
Prima dello stop, i rossoneri roglianesi erano partiti alla grande, imponendosi per 0-2, a Cosenza, contro il Komunicando Ikst. Ma, nella seconda partita stagionale, sono stati sconfitti in casa per 1-4 contro l'Atletico San Lucido.
In questi giorni, il Consiglio Direttivo della LND (Lega Nazionale Dilettanti) ha preso delle decisioni per la prosecuzione e completamento della stagione sportiva. Essa, prevedendo la possibilità di poter riprendere le attività appena dopo il termine di efficacia del DPCM del 3 novembre, ha ipotizzato la ripresa degli allenamenti a partire dal 4 dicembre, per un periodo (le due settimane successive) che possa garantire una idonea ripresa tecnico/fisica. Spazio poi ai recuperi delle gare non disputate e, infine, alla ripresa dei Campionati stessi. Ipotizzando lo scenario migliore, restrizioni permettendo, la LND intravede nello svolgimento completo dei calendari, con gare di andata e ritorno e annullamento di play-off e play-out (ad eccezione dei Comitati Regionali che hanno modificato il format), la conclusione ottimale della stagione sportiva, anche prevedendone l'estensione oltre il 30 giugno. E' ovvio che ogni scenario appare subordinato all'evolversi dell'attuale pandemia.
Ricordiamo, infine, che al Campionato di Seconda Categoria Girone B-Cosenza partecipano 13 squadre e, a rappresentare la Valle del Savuto, oltre all'Atletico Rogliano 2018, ci sono anche Parenti e Nuova Indomita Colosimi.

Giuseppe Pizzuti, docente

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Esordio in trasferta, allo Stadio Comunale "Popilbianco" di Cosenza per l'ASD Atletico Rogliano 2018 nel campionato 2020/2021 dell'era Covid, contro il Komunicando Ikst. E subito i rossoneri roglianesi partono alla grande e si impongono per 0-2,portandosi a casa i primi tre punti e confermando il buon finale di stagione dello scorso torneo.
La squadra del presidente Paolo Tucci (vicepresidente Pagnotta) e del mister Gaspare Amato, al momento dello stop (per l'emergenza sanitaria) della scorsa stagione, sempre in Seconda Categoria, lottava per i playoff (6. posto con 18 punti dopo 15 giornate). E,in questa stagione, dopo la mancata iscrizione della Nuova Rogliano 2016 al Campionato di Promozione, l'Atletico Rogliano 2018 rimane l'unica squadra cittadina, che partecipa a un Campionato Dilettanti.

 Mister Gaspare Amato

La squadra è stata pronta per cominciare e vedremo, strada facendo, quali potranno essere gli obiettivi. Di sicuro essa regalerà soddisfazioni al Presidente e ai tifosi.
Al Campionato di Seconda Categoria Girone B-Cosenza, partecipano 13 squadre e, a rappresentare la Valle del Savuto, ci sono anche Parenti e Nuova Indomita Colosimi. I derby del Savuto si giocheranno alla Quinta (Atletico Rogliano 2018-Parenti) e all'Undicesima di Campionato (Atletico Rogliano 2018-Nuova Indomita Colosimi).
La fase regolare della stagione si svilupperà dal 18 ottobre 2020 al 2 maggio 2021.
Giuseppe Pizzuti, docente

Ecco il calendario completo:
1. Komunicando Ikst-ATLETICO ROGLIANO 2018 (17/10 e 30/01)
2. ATLETICO ROGLIANO 2018-Atletico San Lucido (24/10 e 06/02)
3. ATLETICO ROGLIANO 2018-Agid Dipignano (31/10 e 14/02)
4. Nuova Grisolia Calcio-ATLETICO ROGLIANO 2018 (08/11 e 20/02)
5. ATLETICO ROGLIANO 2018-Parenti (14/11 e 27/02)
6. Real Verbicaro-ATLETICO ROGLIANO 2018 (22/11 e 06/03)
7. ATLETICO ROGLIANO 2018-Falchi Rossi Falconara (28/11 e 13/03)
8. Nuova Aiello-ATLETICO ROGLIANO 2018 (06/12 e 20/03)
9. ATLETICO ROGLIANO 2018-Eugenio Coscarello (12/12 e 27/03)
10. Riposo
11. ATLETICO ROGLIANO 2018-Nuova Indomita Colosimi (09/01 e 17/04)
12. Cus Cosenza-ATLETICO ROGLIANO 2018 (16/01 e 25/04)
13. ATLETICO ROGLIANO 2018-Marcello Pasquino (23/01 e 02/05) 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ROGLIANO – Si è sbloccata la situazione in favore della Roglianese così come auspicato dalla dirigenza in una precedente dichiarazione pubblicata sulla stampa.
L’incontro proficuo tenutosi con i rappresentanti dell'amministrazione comunale ha permesso ai dirigenti della Roglianese calcio a 5 di presentare in tempo alla federazione i documenti necessari per inoltrare la domanda di ripescaggio nel campionato di serie C2. Un accordo sulle modalità di utilizzo del palazzetto dello Sport, dopo le incertezze dei giorni scorsi, ha messo tutti d'accordo - per il momento - salvo poi nel medio termine tornare sull' argomento per una soluzione più stabile.
Scongiurato il pericolo di chiusura, dai vertici della società trapela un cauto ottimismo sulla nuova stagione alle porte, considerando però l’emergenza Covid19, che non permette una serena programmazione.
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ZUMPANO - La squadra Spal Serie A8 è pronta per il secondo anno consecutivo a disputare il campionato dedicato agli amanti del calcio over 40. Il torneo si disputerà sui campi d'erba sintetica di Zumpano.
Il presidente della Spal, Giancarlo Citino, ha ricordato l’avventura dello scorso anno quando il team era ben posizionato in classifica ma causa l’emergenza sanitaria per il Covid19 il campionato era terminato anticipatamente.
«Quest'anno - ha dichiarato Citino - puntiamo in alto con nuovi innesti nella rosa della Spal. Il mister Antonio Barone è soddisfatto del lavoro che ha abbiamo portato avanti come società. Saremo ai nastri di partenza i primi di ottobre. Come presidente auspico sempre rispetto ed educazione, ma anche tanta grinta agonistica. Un ringraziamento doveroso va agli sponsor».
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La 103. edizione del Giro d'Italia attraverserà diverse località della Valle del Savuto, nella quinta tappa, il cui arrivo sarà in Sila, a Camigliatello.
La corsa rosa, come tutte le manifestazioni sportive, era stata rinviata, lo scorso mese di maggio a causa della pandemia.
Dopo quattro tappe in Sicilia (prenderà il via il prossimo 3 ottobre), la corsa si sposterà in Calabria nella giornata di mercoledì 7 ottobre con la tappa da Mileto (provincia di Vibo Valentia) a Camigliatello Silano. Molte le località della Valle del Savuto che saranno attraversate dai ciclisti nel corso dei 225 km. I ciclisti arriveranno da Marzi, utilizzando la ex SS 19, per passare nel centro di Rogliano, poi Santo Stefano, Z.I. di Mangone, Bivio Donnici, raggiungendo Cosenza prima della scalata verso il Valico di Montescuro. 

Finalmente, dopo 30 anni di attesa, il Giro percorrerà le strade di Rogliano e degli altri paesi limitrofi.
Sarà una festa popolare. Un evento per gli amanti dello sport. Un'occasione d'oro per diffondere le bellezze nostrane al grande pubblico.
Ma il passaggio della corsa sarà anche un momento di popolare risveglio. Gente nelle strade ad aspettare la carovana, gli applausi e le urla di incoraggiamento ai ciclisti, la voglia di partecipare anche solo per un secondo. Un clima di festa che accomunerà l'intero territorio. 

Il giorno successivo, la carovana rosa si sposterà a Castrovillari e da lì giungerà fino a Matera.
La Calabria e il Giro è una storia che si ripete dal 27 maggio 1929. Quel giorno, in piena epoca fascista, la corsa rosa approdò per la prima volta sulle strade calabresi. Partenza da Potenza e arrivo a Cosenza per una tappa inedita e un vincitore illustre, Alfredo Binda, leggenda del ciclismo italiano e non solo. La corsa è passata,poi, in Calabria, nei seguenti anni: 1930, 1949, 1954, 1961, 1965, 1967, 1972, 1975, 1976, 1980 (il cosentino Pino Faraca conquista la maglia bianca del Giro, simbolo di miglior giovane di questa edizione), 1981, 1982, 1985, 1986, 1989, 1993, 1995, 1996, 1997, 1999, 2000, 2003, 2005, 2008, 2011, 2013, 2016, 2017 e 2018.
Giuseppe Pizzuti, docente 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Terza stagione consecutiva in Serie B per il Cosenza, evento che non accadeva da vent'anni. Tutto ciò è stato possibile grazie all'impresa epica che ha portato alla salvezza nella stagione 2019-2020. I rossoblù, l'ultima volta, rimasero in Serie B cinque stagioni di fila, dal 1998-1999 al 2002-2003.
La prossima sarà la ventiduesima partecipazione del Cosenza al campionato di Serie B, categoria nella quale ha esordito nel 1946-1947 e ha colto il suo massimo risultato nel 1991-1992, piazzandosi al quinto posto in classifica, a due punti dalla promozione nella massima serie. Tutti ricordano il campionato 1988-1989, concluso al sesto posto in graduatoria con 44 punti, a un punto dal terzo e dietro la Reggina e la Cremonese, anch'esse a 44 punti, ma con la classifica avulsa sfavorevole nei confronti dei "lupi". L'introduzione, avvenuta proprio quell'anno, della discriminante degli scontri diretti al posto della differenza reti impedì, pertanto, ai rossoblù di disputare gli spareggi per la Serie A.
Il calendario del Cosenza, per la prossima stagione 2020-2021, partirà dal "Marulla", il 26 settembre 2020, con la Virtus Entella e si concluderà, il 7 maggio 2021, a Pordenone. Si giocherà anche a Pasquetta, il 5 aprile. Il nuovo calendario conferma anche il format natalizio: si scenderà in campo il 27, il 30 dicembre e il 3 gennaio, poi la sosta e si riprenderà il 16. Otto i turni infrasettimanali: 20 ottobre; 15, 22 e 30 dicembre; 9 febbraio; 2 e 16 marzo; 20 aprile. Ci sono da segnalare le sfide con la Salernitana alla 9. giornata e con il Lecce alla 5. Il Monza di Berlusconi affronterà i "lupi" alla 18., mentre il derby con la Reggina è previsto alla 4.
Ecco il calendario completo:
1. COSENZA-Virtus Entella      (and. 26/09/2020, rit. 30/01/2021)
2. Spal-COSENZA                      (and. 03/10/2020, rit. 06/02/2021)
3. COSENZA-Cittadella             (and. 17/10/2020, rit. 09/02/2021)
4. Reggina-COSENZA              (and. 20/10/2020, rit. 13/02/2021)
5. COSENZA-Lecce                   (and. 24/10/2020, rit. 20/02/2021)
6. Chievo-COSENZA                (and. 31/10/2020, rit. 27/02/2021)
7. COSENZA-Brescia               (and. 07/11/2020, rit. 02/03/2021)
8. Frosinone-COSENZA           (and. 21/11/2020, rit. 06/03/2021)
9. COSENZA-Salernitana         (and. 28/11/2020, rit. 13/03/2021)
10. Vicenza-COSENZA             (and. 05/12/2020, rit. 16/03/2021)
11. COSENZA-Reggiana           (and. 12/12/2020, rit. 20/03/2021)
12. Ascoli.-COSENZA                (and. 15/12/2020, rit. 01/04/2021)
13. Cremonese-COSENZA        (and. 19/12/2020, rit. 05/04/2021)
14. COSENZA-Venezia              (and. 22/12/2020, rit. 10/04/2021)
15. COSENZA-Pisa                   (and. 27/12/2020, rit. 17/04/2021)
16. Pescara-COSENZA              (and. 30/12/2020, rit. 20/04/2021)
17. COSENZA-Empoli               (and. 03/01/2021, rit. 24/04/2021)
18. Monza-COSENZA               (and. 16/01/2021, rit. 01/05/2021)
19. COSENZA-Pordenone          (and. 23/01/2021, rit. 07/05/2021)

Giuseppe Pizzuti, docente

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ROGLIANO - Si ritorna a parlare di calcio a Rogliano, dopo che tutti i campionati erano stati fermati a marzo a causa della pandemia e la Federazione Italiana Gioco Calcio (FIGC) aveva deliberato lo stop definitivo di tutta l'attività dilettantistica il 20 maggio.
Le due squadre di Rogliano, nella scorsa stagione, hanno militato nei Campionati Dilettanti: la Nuova Rogliano 2016 in Promozione e l'Atletico Rogliano 2018 in Seconda Categoria.
Ma, per la prossima stagione 2020-2021, dobbiamo registrare la mancata iscrizione della Nuova Rogliano 2016 al campionato di Promozione. Già verso la metà della stagione scorsa, la squadra aveva avuto innumerevoli difficoltà, soprattutto in campo economico, ma si sperava in una risoluzione positiva per la città e il pubblico, che, al "Cosimo Zumpano", aveva fatto sempre registrare numeri straordinari. Grandissima delusione, quindi, per il calcio roglianese, che con questa squadra (nata solo quattro anni fa), era tornato sui campi che gli spettano (Promozione), coronando un'aspirazione ultratrentennale.
L'altra grande squadra locale, l'Atletico Rogliano 2018, parteciperà regolarmente al Campionato Dilettanti di Seconda Categoria, come la scorsa stagione, in cui, al momento dello stop dei campionati, lottava per i playoff (6. posto con 18 punti dopo 15 giornate). Questo campionato inizierà il 18 ottobre. Nel mese di luglio, ci sono state delle divergenze tra il presidente, Paolo Tucci (che aveva minacciato le dimissioni) e l'Amministrazione comunale per questioni inerenti la gestione e fruibilità del campo sportivo "Cosimo Zumpano". Ma, dopo l'incontro e i chiarimenti tra Società sportiva e Amministrazione comunale, tutto si è risolto positivamente. Le dimissioni del Presidente sono rientrate e lo stesso, sulla pagina Facebook della Società, scrive: "La mia missione non avrebbe senso se lasciassi ora i ragazzi. La dirigenza sta facendo il suo percorso con giovani talentuosi che hanno voglia di calcio e di divertirsi. (...) Non dimentichiamo che rappresentiamo Rogliano, il suo calcio,la sua passione". D'altra parte, dopo la mancata iscrizione della Nuova Rogliano 2016, la sua rimane l'unica squadra cittadina, che parteciperà a un Campionato Dilettanti.
Intanto è stato approvato dal Governo anche il "Protocollo" (predisposto dalla FIGC in attuazione di quanto previsto dal DPCM 7 agosto 2020), che intende fornire indicazioni tecnico-organizzative e sanitarie per la ripresa degli allenamenti di gruppo e lo svolgimento delle competizioni dilettantistiche alla presenza del pubblico, nel rispetto dei principi fondamentali e delle norme igieniche generali e di distanziamento sociale emanate dal Governo in relazione all'emergenza epidemiologica. Si riparte!
Giuseppe Pizzuti, docente

Altri articoli...