Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

APRIGLIANO - La giunta comunale ha deliberato il Piano triennale del fabbisogno del personale 2020/2022.
«Entro l’anno in corso - ha commentato il sindaco Alessandro Porco - è prevista una capacità di cinquantamila euro che consentirà di assumere, a tempo indeterminato, tre categorie B, mediante selezione presso il Centro per l'impiego; nel successivo biennio e, comunque per la fine del mandato, questa amministrazione sarà in grado di programmare il reclutamento, mediante concorso, di complessive dieci unità lavorative. Considero questo provvedimento - ha sottolineato Porco - una svolta strategica per il nostro Ente che migliorerà l'erogazione dei servizi e il modo in cui i nostri cittadini percepiranno la missione di questa amministrazione. Dopo anni di miopia amministrativa in cui, chi ci ha preceduto, ha fatto sfumare una capacità di circa centomila euro, con i quali si poteva concretizzare una maggiore politica occupazionale e che, invece, ha pregiudicato in modo significativo sul carico di lavoro attuale, questa giunta è riuscita a elaborare un progetto che può dirsi di miglioramento epocale. Posso affermare con sicurezza che, con il provvedimento adottato, daremo un impulso positivo, sia per quanto riguarda le politiche del personale, sia nel rapporto fra i cittadini apriglianesi e il Comune».
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

ALTILIA – Il sindaco Pasqualino De Rose nell’ultima seduta del consiglio comunale, prima di dare inizio ai lavori dell’assemblea, si è soffermato sull’emergenza sanitaria che nel territorio di Altilia non ha fatto registrare contagi. Il primo cittadino ha poi rivolto vicinanza al capogruppo di minoranza Paolo Fiorillo, per la perdita della madre, alla famiglia del compianto Eugenio Ferrari, che negli anni Settanta è stato consigliere comunale, ed ai congiunti di Guido Nucci, vicesindaco dal 1997 al 2001, scomparso prematuramente.
Subito dopo, il presidente del consiglio, Angela Nucci, ha relazionato sul conto consuntivo 2019. «E’ emerso, - ha dichiarato - il miglioramento sul piano gestionale della riduzione della spesa. Dal bilancio 2019 sono evidenziati provvedimenti di notevole interesse, quali i lavori appaltati per il recupero della grotta eremitica di San Francesco, i finanziamenti ottenuti per la sistemazione idrogeologia del territorio, oltre che progetti culturali, che hanno fatto registrare opportunità di lavoro per giovani. E’ stata avviata, inoltre, la pratica per la costruzione di una nuova centralina idroelettrica sul fiume Savuto. Nel 2019 sono stati avviati anche i lavori per l’efficientamento energetico con relativa messa in sicurezza degli impianti di illuminazione. Il 2019, - ha concluso Nucci - sarà ricordato per la concessione edilizia finalizzata alla costruzione di una banca e di un ipermercato, nella zona del Basso Savuto».
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

BELSITO – “Raccolta dei rifiuti e impiantistica, problematiche e prospettive, discutiamone insieme” è il tema del terzo incontro organizzato dall’amministrazione comunale nella fase successiva all’emergenza sanitaria per Covid19. Si continua, quindi, da parte dell’esecutivo Basile ad assolvere al proprio compito che è quello di informare la cittadinanza sia sulle iniziative in corso che sui comportamenti da tenere in una fase nella quale la diffusione del contagio sembra essersi fermato. L’assemblea è fissata per domani alle 21.30, presso la sala consiliare di palazzo De Bonis, e verrà trasmessa la diretta sulla pagina Facebook del Comune, per consentire la più ampia diffusione.
Nelle due precedenti riunioni, al cospetto della cittadinanza, ci si è soffermati sull’aggregazione dei giovani in tempo di pandemia, misure di distanziamento e socialità, ed impiantistica e pratica sportiva sempre in riferimento alle precauzioni da usare per evitare i rischi connessi al ritorno dei contagi.
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

BELSITO – “Impiantistica e pratica sportiva in tempo di pandemia, misure di distanziamento e socialità. Discutiamone insieme”.
Su questo tema, l’amministrazione comunale, ha fissato per questa sera con inizio alle 21.30 presso la sala riunioni di palazzo De Bonis, un incontro al quale è invitata a partecipare la cittadinanza.
La riunione sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune, considerato che devono essere garantite le misure di distanziamento previste.
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

GRIMALDI - Il sindaco Roberto De Marco (nella foto) ha reso noto che il Comune è rientrato tra quelli finanziabili nella graduatoria approvata con decreto n. 7468 del 17/07/2020 (“posizione 37”) a valere sulla misura 7 intervento 7.4.1 "investimenti per l'introduzione il miglioramento o l'espansione di servizi di base a livello locale" (Psr Calabria 2014_2020).
«Un progetto ambizioso, - ha dichiarato il primo cittadino - a favore del nostro territorio ed in particolar modo per le aree rurali e periferiche del nostro Comune. L’obiettivo di questo progetto mira al miglioramento e all’espansione di servizi di base, tra i quali l’uso di mezzi alternativi di sistemi di trasporto pubblico, i servizi alla persona, comprese le attività culturali e ricreative, attraverso forme innovative e sostenibili».
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Riceviamo e pubblichiamo

"E finalmente anche il Comune di Rogliano, forse uno degli ultimi del comprensorio, decide di riunirsi per discutere del rendiconto anno 2019.
Un bilancio che si prospetta fallimentare con un disavanzo di oltre 4 MILIONI DI EURO!
Ma il buongiorno lo vedemmo già dal mattino, da quel lontano novembre 2016 in cui ci venne presentato in consiglio un consulente che avrebbe dovuto aiutarci a stilare un piano di riequilibrio miracoloso. Perché sì, solo un miracolo ci avrebbe potuto salvare, ma da noi il miracolo non c’è stato!
Purtroppo le perplessità che abbiamo sempre mostrato si sono rivelate veritiere.
Un bilancio con un disavanzo sempre più grande nonostante il famoso piano di rientro (con relativo consulente pagato da noi cittadini, dirigenti e “giovani” impiegati che nonostante lunghi anni di servizio vedono rinnovato il proprio contratto di consulenza… Ma si sa a Rogliano il turn-over non piace tanto!),
Piano di rientro che anno dopo anno ha visto prolungare il suo termine.
Bel regalo lasceremo ai nostri nipotini…
Un bilancio di certo fallimentare a parer nostro, come i quasi 5 anni (anzi, a dir meglio, 15 anni) di un’amministrazione che ha fatto sprofondare la nostra cittadina nell’oblio.
Un bilancio che come ogni anno è stato preceduto da un rimprovero della prefettura visto il ritardo accumulato! (ricordiamo noi stessi che il consuntivo andava approvato entro il 30 Giugno e che, aldilà della possibile “causa-covid”, non è la prima volta che succede in questi anni)
Visto che è da tanto che non abbiamo il piacere di partecipare ad un Consiglio Comunale, o ad una qualsiasi forma di confronto con l’amministrazione, tante sono le domande che si sono accumulate in questi mesi:
- Quando e come verranno erogati i quasi 28000€ che la Regione Calabria ha destinato per il nostro Comune come Bonus Alimentare per le famiglie in difficoltà.
- Come è stata gestita l’emergenza COVID: spese varie (mascherine, buoni spesa ed altro…)
- Quando e come verranno utilizzati i fondi concessi per i Centri Estivi.
- Come verrà gestita l’emergenza ATO (Raccolta Rifiuti) al fine di evitare che ci siano ulteriori aggravi a danno dei cittadini che in questi anni su questo tema sono stati chiamati a pagare sin troppo!
- Se abbiamo partecipato a bandi quali efficientamento energetico (a Marzi e S. Stefano, ad esempio, vediamo installati fari a Led), emanati dalla Regione Calabria in questi anni e se le nostre eventuali domande sono state valutate positivamente.
E poi ci chiediamo: come è possibile che nel bando di cosiddetta rivalutazione borghi siamo al 274° posto su circa 350 domande???
Dulcis in fundo…
Rassicurateci: siamo entrati tra i comuni beneficiari dei fondi per lo sviluppo rurale? (PSR).
Tante le domande rispetto alle quali temiamo non otterremo risposte!
Ma questo accade quando si naviga a vista e ormai da 15 anni si naviga senza sapere in quale direzione si vuole andare…".

Un’Altra Rogliano & Esserci per Fare

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

BELSITO – Il gruppo di minoranza “Belsito verso la Rinascita” interviene sulla questione relativa al fondo, demaniale e inalienabile, di località “Corsaro o Manca Ceraso”. Lo stesso, perlopiù boschivo, era stato venduto dal Comune a un soggetto privato, ma è tornato di proprietà della comunità belsitese, con la sentenza commissariale del 15 aprile 2020.
Nel rendere pubblico, attraverso il social facebook, il ricorso alla sentenza presentato dall’acquirente alla Corte di Appello di Roma Sezione Usi Civici, “Belsito verso la Rinascita”, evidenzia come esso rappresenti “un ulteriore caparbio tentativo di togliere il bene ai cittadini di Belsito”.
“Per correttezza – si legge nella nota - pubblichiamo il ricorso alla sentenza presentato dall’acquirente alla Corte di Appello di Roma Sezione Usi Civici. Da una attenta lettura, si evince chiaramente che vengono addotte le stesse motivazioni presentate, a suo tempo, al Commissario degli Usi Civici della Calabria che le ha in blocco rigettate. L’appello, assolutamente legittimo per legge, rappresenta comunque un ulteriore caparbio tentativo di togliere il bene ai cittadini di Belsito. È appena il caso di precisare – sottolinea il gruppo di minoranza - che di tutto il patrimonio comunale, il bosco rappresenta il solo e unico bene, a differenza di tutti gli altri beni che hanno invece un costo, che attraverso una regolare programmazione di taglio del legname porterebbe, come lo ha portato in passato, migliaia di euro alle casse comunali”. 

Nella foto, il capogruppo Giovanni De Rose

Altri articoli...