La Richiesta al presidente Santelli da parte delle associazioni dell'Unical: «Un sussidio per le tasse universitarie»

Politica
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

«Dare un sussidio per il pagamento delle tasse universitarie che tantissime famiglie calabresi, purtroppo, a causa di uno dei periodi più difficili che stiamo affrontando per l’emergenza Coronavirus, avranno grandi difficoltà a sostenere».

È quanto chiedono i rappresentanti e presidenti di associazioni dell’Università della Calabria - afferenti alla compagine studentesca #Noi - che hanno inviato una lettera al presidente della Regione Calabria Jole Santelli.

«L’Unical ha già dimostrato sensibilità e attenzione verso le esigenze dei propri studenti e delle famiglie prevedendo, oltre all’erogazione dei servizi didattici a distanza, una serie di misure di solidarietà come l’anticipo dell’erogazione delle borse di studio agli idonei e l’esonero del pagamento delle tasse per particolari categorie di studenti, dunque siamo certi che molto altro vorrebbe fare in vista del pagamento dell’ultima rata delle tasse in programma per il mese di maggio. Comprendiamo, date le difficili condizioni economiche nelle quali riversano i nostri atenei calabresi, quanto sia difficile – scrivono gli studenti universitari nella lettera indirizzata al presidente Santelli - pretendere che soltanto loro si facciano carico del problema; proprio per questo vorremmo indirizzare un appello al Governo della Regione Calabria affinché, attraverso un dialogo con le nostre università, trovi una soluzione che preveda un sussidio per le tasse che tantissime famiglie calabresi, purtroppo, a causa di uno dei periodi più difficili della nostra storia, avranno grandi difficoltà a sostenere.

“Io devo studiare sodo e preparare me stesso perché prima o poi verrà il mio momento”, diceva il Presidente Abraham Lincoln; quello che chiediamo oggi è che il Governo calabrese non ci lasci soli ma si dimostri un degno compagno lungo il viaggio verso il nostro momento, quello di contribuire allo sviluppo di questa regione».