La parola al dottor Andrea Militello, Urologo/Andrologo. "Sindrome metabolica negli uomini con bassi livelli di testosterone"

Salute e Benessere
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il deficit di testosterone e la sindrome metabolica (MetS) sono fortemente associati.
I pazienti che si consultano per la disfunzione sessuale possono avere carenza di testosterone, fornendo una preziosa opportunità per valutare la sindrome metabolica (MetS).
L'identificazione delle variabili che prevedono la sindrome metabolica (MetS) è di grande importanza.
Obiettivi di questo studio erano quelli identificare le comorbidità cardiovascolari e i fattori di rischio, inclusa la disfunzione erettile (DE), associati con la sindrome metabolica (MetS) negli uomini di età ≥45 con testosterone totale (TT) <8 nmol / L (o <12 nmol / L quando il testosterone libero calcolato era <50 pmol / L) e per ottenere ulteriori informazioni sulla relazione tra le due condizioni.
I dati sono stati raccolti da uno studio osservazionale multicentrico, trasversale, condotto in Spagna tra uomini che visitavano gli ambulatori di andrologia con una diagnosi confermata di carenza di testosterone.
I soggetti con dati per la valutazione del MetS sono stati inclusi in questa analisi. Altri dati disponibili erano antropometrici, abitudini tossiche, comorbidità cardiovascolari, diagnosi di ED e valori di TT.
L'ED è stata diagnosticata e classificata utilizzando il questionario International Index of Erectile Function-5 (IIEF-5). Sono state eseguite analisi di regressione logistica bivariata e multivariata per calcolare i rapporti di probabilità (OR) per MetS.
Risultati: l'età media era di 61,2 ± 8,1 anni.
Le prevalenze di ED e MetS erano rispettivamente del 97,6% e del 69%, entrambe in aumento con l'età. L'analisi bivariata ha mostrato che ED, obesità e malattia vascolare periferica (PVD) moderate o gravi erano le variabili associate alle maggiori probabilità di MetS (OR = 2.672 e 2.514, rispettivamente), seguite dall'assunzione di alcol (OR = 1.911).
Trigliceridi elevati e colesterolo HDL sono stati i fattori di rischio del MetS associati a un livello di TT inferiore.
L'elevata prevalenza di sindrome metabolica tra gli uomini con carenza di testosterone evidenzia l'opportunità di valutare la salute cardiovascolare nei pazienti che si consultano per la disfunzione sessuale. L'ED, l'obesità, il PVD e l'alcool da moderati a gravi aumentano significativamente la probabilità di MetS.