FESTE LITURGICHE / OTTOBRE: FESTA DEGLI ANGELI CUSTODI

Attualità e Società
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il 2 ottobre si celebra la festa degli Angeli Custodi, a pochi giorni da quella (il 29 settembre) dei tre Arcangeli San Michele, San Gabriele e San Raffaele.
Papa Francesco ha più volte parlato dell'Angelo Custode, definendolo una "bussola umana" che sa indicarci la strada, ponte tra Dio e gli uomini, un compagno di viaggio che accorre in nostro aiuto e lotta per noi contro il male.
L'origine del nome viene dal greco "ànghelos", che significa messaggero, perché è proprio questa la funzione che gli Angeli svolgono negli episodi narrati dai Vangeli. Sono sostanze spirituali dotate di intelligenza e volontà proprie, La loro perfezione supera quella di ogni essere visibile. Sono immortali, creati da Dio. La Bibbia ne testimonia l'esistenza: un cherubino è a guardia dell'Eden dopo la cacciata di Adamo ed Eva; tre angeli in forme umane appaiono ad Abramo; Gabriele annuncia a Maria la nascita di Gesù...

Sono alle dirette dipendenze di Dio, annunciano Cristo,lo servono e ne sono messaggeri. Hanno il compito di assistere e proteggere la Chiesa e la vita umana: accompagnano, rafforzano e intercedono per i fedeli.
Secondo la tradizione, basata sia sul Nuovo sia sull'Antico Testamento, l'Angelo Custode è un angelo che accompagna ogni persona nella vita per proteggerla, aiutarla nelle difficoltà e guidarla verso Dio. Quindi gli Angeli Custodi sono al nostro fianco in ogni momento della nostra vita e, in tutte le avversità che ci troviamo ad affrontare, sappiamo di poter contare sulla loro presenza. Del resto, sin da quando sono piccolissimi, insegniamo ai bambini a rivolgersi all'Angelo Custode in caso di necessità. La popolare preghiera all'Angelo di Dio "che sei il mio custode..." è nata intorno al XII secolo.
Non tutti gli Angeli, però, sono buoni. O, meglio, non tutti lo sono stati. Come Lucifero, il più bello e splendente degli angeli, che orgoglioso della propria bellezze e della propria potenza, si oppose a Dio portando con sé un certo numero di angeli. Contro di lui si schierarono gli angeli dell'esercito celeste, capeggiati dall'arcangelo Michele: Lucifero precipitò dal cielo all'inferno e divenne il capo dei demoni.
L'idea di riservare un giorno agli Angeli Custodi nacque a Valencia,in Spagna, nel 1411, con l'istituzione di una festa per l'angelo protettore della città. Da lì si diffuse in altri Paesi con alterne vicende finché papa Clemente X, nel 1670, la rese obbligatoria per tutta la Chiesa latina proprio nella data del 2 ottobre.

Giuseppe Pizzuti, insegnante