di Pier Giuseppe Accornero

«Amico degli orfani, delle persone devote, delle vedove, fervente nello spirito, amante del bene». Così i Padri della Chiesa nei primi secoli definiscono il diacono. «Anello di congiunzione o ponte di collegamento tra il vescovo, i presbiteri e i laici» lo chiama un padre della Chiesa del XX secolo, padre Michele Pellegrino, cardinale arcivescovo di Torino.
Nella storia di questa istituzione si inserisce Benito Cutellè, un calabrese che negli anni del «miracolo economico» approda a Torino dove, insieme alla carriera professionale e alla vita familiare, si dedica agli altri e al diaconato.
I diaconi, come Benito, si lasciano «prendere per mano da Dio»; si impegnano a elargire la sua Parola e a diffondere il suo Regno tra quanti non lo conoscono o se ne sono allontanati; aiutano gli uomini e le donne di oggi a riprendere il dialogo con il Signore. Tra le sue numerose esperienze diaconali primeggiano l’evangelizzazione dei pescatori a Mergellina (Napoli) e la «Mensa del povero» in una parrocchia torinese.
Questo volume vuole rendere testimonianza dell’enorme bene che i diaconi permanenti fanno alla Chiesa, alla società, alla città. 

https://editrice.effata.it/libro/9788869296499/dio-mi-ha-preso-per-mano/?fbclid=IwAR0CoGMlGzCajslYDTRBY3CX4-kwnNWbQMe4F3oXOdytL_sEANGvAZ4NftM



Notizie

Premium Sabatum (2)

Visitatori (2)

229408
OggiOggi39
IeriIeri741
Questa SettimanaQuesta Settimana1313
Questo MeseQuesto Mese39
TotaliTotali229408
Highest 09-02-2021 : 1115
34.228.229.51
US
UNITED STATES
US

Photo Gallery (2)