«Le rotatorie nel tratto provinciale nei pressi di Belsito sono urgenti». La sollecitazione arriva da Francesco Naccarato

Attualità e Società
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

BELSITO - Il problema della sicurezza sulla Sp 245 nei pressi dello svincolo per il paese resta un punto fermo. Ne sono più che convinti, da anni, gli utenti che percorrono la Provinciale, i belsitesi, e gli amministratori comunali.
Della problematica se ne era fatto portavoce il rappresentante di un comitato civico, Francesco Naccarato, che aveva messo in rilievo sei anni fa, una serie di criticità riguardanti la parte di strada agli incroci per gli impianti sportivi, all’ingresso per andare nel centro storico, e alla deviazione che conduce a Paterno.
«Della pericolosità dei tratti menzionati ne sono testimonianza i diversi incidenti accaduti negli anni, motivo per cui nel 2014 - dichiara Naccarato - con una petizione firmata da centinaia di cittadini veniva chiesto al sindaco di sollecitare la Provincia per la realizzazione di una serie di rotatorie che fungessero da deterrente per l’alta velocità».
Il presidente del Comitato, ricorda come dal sindaco Basile, «vennero date rassicurazioni sulla possibilità che le intersezioni stradali potessero trovare applicazione nei punti segnalati, ma ad oggi alle parole non sono seguiti i fatti. Eppure lo stesso sindaco, in una risposta attraverso la stampa e su un social, aveva rimproverato al nostro comitato di arrivare in ritardo, in quanto i fondi per le rotatorie erano già stati stanziati. Ora, a fronte della inesistenza delle strutture viarie richieste, cosa dovremmo dire? E soprattutto i fondi sono ancora disponibili? Confidiamo nel presidente della Provincia Iacucci, per addivenire - e grazie solo al nostro interessamento - alla soluzione del problema, augurandoci che nel frattempo non accadano incidenti».

Piero Carbone, giornalista pubblicista