Un passato troppe volte dimenticato, una storia affascinante, antichi misteri, boschi selvaggi, sono questi i pilastri dell'indagine giornalistica denominata "Orsi nel Savuto". Le ricostruzioni scaturite  dopo le rivelazioni di Giuseppe Scalzo, poliedrico conoscitore del territorio,  hanno ben delineato, dopo il certosino lavoro dei giornalisti della "Voce del Savuto", un percorso da poter intraprendere sull'argomento.

Una vera e propria strada della memoria contornata da una segnaletica che conduce direttamente nei meandri nascosti della nostra memoria. Alla luce di alcuni elementi, in nostro possesso, possiamo sostenere l'ipotesi sulla presenza degli Orsi nel Savuto, presumibilmente fino al 1700. Documenti, in queste ore al vaglio dei nostri esperti,  certificherebbero la presenza del "principe del bosco" nella valle.

"Ara dell''Orso, questo il significato della frazione Orsara, piccolo villaggio nel Comune di Marzi.  Anfratti, castagneti secolari, alveari,  api selvatiche, una fauna variegata, avrebbero  garantito  sostentamento per questo mammifero da "le mille e una notte".  Nei prossimi giorni la nostra "task force" porterà alla luce altri elementi.

Omar Falvo

Giornalista Pubblicista

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BELSITO - Arrivano buone notizie per la famiglia Barberio dopo la protesta di Alessio che lamentava i mancati risultati dei tamponi effettuati il 6 maggio.
A smuovere le cose ci ha pensato il sindaco Antonio Basile e un medico del posto che ha effettuato sabato mattina il test e lo ha consegnato al laboratorio dell’Asp di Cosenza.
Sono trascorsi solo due giorni, e ieri pomeriggio è arrivato l’esito: negatività per tre dei quattro congiunti da più di due mesi in isolamento domiciliare.
Quindi, per il momento, escono in tre dall’incubo coronavirus, parenti diretti del primo contagiato al Covid e purtroppo deceduto.
Il quarto presenta ancora positività al Covid ma si tratta di una carica batterica piuttosto bassa per cui si presume sia in via di guarigione.
Il primo a infettarsi a Belsito era stato il capofamiglia, già sofferente di patologia alle vie respiratorie, con il calvario in terapia intensiva a Cosenza senza riuscire a sconfiggere il male che lo ha portato alla morte; in seguito risultavano positivi al Covid gli altri componenti.
Sempre in paese una coppia di coniugi aveva contratto il virus ma senza difficoltà, e dopo l’isolamento domiciliare, guariti.
E’ così che Belsito, inizia a vedere la luce, ma sempre con le dovute attenzioni che la cittadinanza mantiene, osservando le disposizioni anticovid.
La famiglia Barberio ha per il momento ringraziato per gli aiuti venuti dal primo cittadino, e dalla dottoressa, ed anche quanti hanno espresso la solidarietà nei giorni più difficili.
Ora non resta che attendere la guarigione completa dell’ultimo familiare.

 

 

 

BELSITO - Una foto postata su Facebook apre uno spiraglio per portare nel centro collinare del Savuto il record per il vicolo più stretto d’Italia. Si è accorto dell’importanza dello scatto di un fotografo grimaldese, Carmine Altomare proprietario della Tenuta Bocchineri di Rogliano, che ha subito contattato l’autore e, di concerto col sindaco Antonio Basile, ha effettuato nella giornata di venerdì un sopralluogo in via Mazzini, dove insiste il vicoletto. Altomare, munito di un metro a nastro, ha - agli imbocchi della stradina - misurato una larghezza di 40 cm, mentre la scrittrice belsitese Emanuela Cangemi, presente sul posto, ha fatto notare come più o meno a metà del camminamento la misura sia di circa 28 cm; difatti i bambini di diverse generazioni sono stati gli unici a passarci, per gioco. Unico dato, che potrebbe far cambiare la possibilità di una eventuale caduta del record attualmente conteso tra il Comune di Ripatransone, in provincia di Ascoli Piceno, e San Giorgio Morgeto, in provincia di Reggio Calabria, è che il vicoletto oggi si presenta ridotto in altezza dopo alcuni interventi fatti alle abitazioni che lo affiancano. Il sindaco Basile ha ringraziato per l’interesse il fotografo, il proprietario della Bocchineri, e la concittadina, per l’interesse mostrato, ed ha assicurato che attraverso i propri uffici prenderà le necessarie informazioni per capire come muoversi per verificare la possibilità per l’eventuale riconoscimento.

S. STEFANO DI ROGLIANO – È giunta, pochi minuti fa, una buona notizia che fa ben sperare non solo la comunità santostefanese, ma l’intero comprensorio.
Il comune ha finalmente azzerato i casi di positività al Covid-19. Anche l’ultimo cittadino è infatti guarito. Lo si legge in una nota diffusa dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Lucia Nicoletti (nella foto), attraverso il social Facebook.
Ricordiamo che Santo Stefano di Rogliano è stato uno dei paesi più colpiti del Savuto, dove si sono registrati complessivamente ben 5 casi di contagio.

 

"Il nostro lavoro non si ferma mai, tutte le attività istituzionali, nonostante la grave emergenza, causata dal  Covid-19,   che ha colpito diversi militari della Compagnia dei carabinieri di Rogliano, sono andate avanti", queste le  primissime dichiarazioni del Capitano Mattia Bologna, in seguito all'operazione "Brother". " Oggi è il coronamento di indagini iniziate  nel mese di ottobre del 2018. Sin dalle prime luci dell'alba, sul  territorio della valle del Savuto, sono stati impegnati circa 80 uomini,  circa 40  appartenenti alla  Compagnia carabinieri di Rogliano", ha concluso lo stesso.

Il comunicato stampa integrale, sull'operazione "Brother" è consultabile sulla nostra testata. 

 

Omar Falvo

Giornalista Pubblicista

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Abbiamo ascoltato il capogruppo di "Un'altra Rogliano" Mario Buffone. L'esponente politico, del centro destra roglianese, ha tracciato i punti delle varie fasi che hanno caratterizzato la gestione dell'emergenza al Covid-19. Diverse le proposte portate avanti dal politico del Savuto per una ripresa economica del comprensorio. Di seguito l'intervista completa. 

Fasi delicate per tutta la comunità di Rogliano, quali iniziativi avete portato avanti?

Abbiamo organizzato direttamente ed indirettamente numerose azioni nella prima fase: abbiamo raccolto fondi per la fornitura di DPI e materiale sanitario per medici, infermieri ed operatori sanitari insieme all'Associazione La Fontana. Insieme alla stessa abbiamo fornito, nel mese di Marzo, quando era difficilissimo approvvigionarsene, 1000 mascherine (una per famiglia) per Rogliano, Balzata e Saliano. Abbiamo lanciato l' idea della "spesa solidale" collaborando, grazie all'ausilio di nostri volontari, alla consegna di pacchi spesa. Abbiamo proposto per i buoni spesa erogati dal governo centrale numerose e possibili integrazioni al bando comunale anche se le nostre proposte, tra l’altro eque e ammissibili non sono state accolte. Abbiamo, infine, aiutato molte famiglie nella compilazione delle domande.

 Come vede il futuro per l'economia del comprensorio, in particolare per Rogliano?

Già prima dell’era Covid, l’economia roglianese non viveva un momento florido, sia per la diffusione della grande distribuzione che ha contributo a che gli acquisti venissero concentrati nei centri commerciali sia perché non si assiste, da qualche anno, al ricambio generazionale: molte saracinesche si sono abbassate definitivamente perché i gestori hanno raggiunto i limiti per la pensione, e non ci sono giovani, tranne rari casi, stimolati ad investire in un'attività sul territorio. Al contrario le poche eccezioni hanno deciso di investire in attività in paesi vicini che offrono, probabilmente, possibilità di successo superiori a Rogliano dal punto di vista commerciale. Per risollevare le sorti dell'economia locale vanno sfruttati i nostri BRAND: un territorio dalle bellezze eccezionali (Savuto, Cannavina insieme ai percorsi naturalistici), i prodotti tipici, per esempio il Pane, le nostre eccellenze manifatturiere (Artigiani del ferro e del legno) e tanto altro ancora. I nostri commercianti devono far rete, sostenersi gli uni con gli altri, sfruttando anche le nuove tecnologie: l'e-commerce ad esempio può esser un gran canale pubblicitario di sviluppo. Si può creare una vetrina turistica, in cui si intersechino storia, tradizioni, culinaria, dimore per lodging o B&B, strutturate intorno a una massiccia pubblicità turistica, pensando a Rogliano come sede ideale di soggiorno grazie alla sua invidiabile posizione, vicina al mare e alla Sila.

 Vuole aggiungere qualcosa sulla gestione dell'emergenza a Rogliano?

 Sulla gestione dell'emergenza lascio giudicare i cittadini roglianesi. Posso solo dire che il COC (centro operativo comunale) struttura insostituibile e fondamentale nella management delle crisi, è stato attivato il 22 marzo ed è stato operativo solo sulla carta. La crisi è stata gestita benissimo dai cittadini che si sono tappati in casa e hanno rispettato le regole. È grazie al buonsenso dei roglianesi che il contagio non si è diffuso.

 Per il futuro, quali protocolli e interventi propone?

 I prossimi anni saranno fondamentali per il rilancio o per il definitivo crollo di Rogliano. Ci vogliono nuove idee sia in ottica commerciale che in termini di servizi. Insisto sul ruolo della scuola. Essere attrattivi sull'offerta formativa è basilare per rimettere al centro della valle il nostro paese: tempo pieno e nuovi indirizzi scolastici per le superiori devono essere il primo investimento in sintonia con le autorità scolastiche ma con l’idea che non sono progetti più differibili. Il ruolo del Santa Barbara sarà poi oggetto di dialettica con le autorità regionali e in questo senso propongo un tavolo di confronto con il presidente della Regione Calabria Jole Santelli cui va il ringraziamento più grande per l’impeccabile gestione della emergenza, e so che il Presidente avrà grande attenzione sul ruolo del nostro ospedale .Un suggerimento, inoltre,  voglio affidare a chi oggi amministra: visto che ora lo stato consente una detrazione del 110% per le ristrutturazioni, il Comune potrebbe rilevare le abitazioni fatiscenti dei centri storici e lanciare un PIANO CASA: ristrutturazioni in funzione di alloggi popolari, favorendo così il ripopolamento. Si favorirebbero le ditte che hanno subito gravi danni da Covid-19, e una riqualificazione del territorio a costo zero. Inoltre, una proposta di tasse zero per i commercianti e maggiori spazi per isola pedonale per mesi estivi, almeno nei fine settimana. Probabilmente Rogliano potrà beneficiare di ulteriori sussidi nazionali, destinati a tutte le zone rosse, c'è stato un emendamento per tale ipotesi anche per i Comuni del Sud. 

 Progetti in arrivo?

Esiste un progetto di unica lista per l’anno prossimo. C’è stata grande sintonia e rispetto tra "Un’altra Rogliano ed "Esserci per fare" in questa fase, condividendo le azioni dell’opposizione in un unico progetto che porrà le basi per le amministrative 2021. Abbiamo idee nuove per rilanciare Rogliano che ha perso il suo appeal specialmente negli ultimi anni. Lancio da qui un appello a tutti i roglianesi che vorranno fare parte di questo progetto ambizioso. Non c’è più tempo da perdere .

Omar Falvo

Giornalista Pubblicista 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Nella foto (Studio Tosti), Mario Buffone

Dalle prime luci dell’alba, i militari della Compagnia Carabinieri di Rogliano, supportati da personale della C.I.O. del 14° Battaglione Carabinieri Calabria e da unità cinofile dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria di Vibo Valentia, stanno dando esecuzione, nei Comuni di Cosenza, Rogliano, Grimaldi, Malito e San Mango d’Aquino, a n. 5 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Cosenza, nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di “detenzione e cessione di sostanze stupefacenti aggravata e continuata” e “favoreggiamento personale”. Tutt’ora in corso svariate perquisizioni domiciliari a carico di diversi soggetti implicati a vario titolo nel traffico di sostanze stupefacenti in argomento.

 

Fonte: Compagnia Carabinieri di Rogliano 

Premium Sabatum (2)

Visitatori (2)

650453
OggiOggi160
IeriIeri531
Questa SettimanaQuesta Settimana7066
Questo MeseQuesto Mese11803
TotaliTotali650453
Highest 06-11-2024 : 2259
3.236.143.154
US
UNITED STATES
US

Photo Gallery (2)