GRIMALDI - Il sindaco Roberto De Marco (nella foto) ha reso noto che il Comune è rientrato tra quelli finanziabili nella graduatoria approvata con decreto n. 7468 del 17/07/2020 (“posizione 37”) a valere sulla misura 7 intervento 7.4.1 "investimenti per l'introduzione il miglioramento o l'espansione di servizi di base a livello locale" (Psr Calabria 2014_2020).
«Un progetto ambizioso, - ha dichiarato il primo cittadino - a favore del nostro territorio ed in particolar modo per le aree rurali e periferiche del nostro Comune. L’obiettivo di questo progetto mira al miglioramento e all’espansione di servizi di base, tra i quali l’uso di mezzi alternativi di sistemi di trasporto pubblico, i servizi alla persona, comprese le attività culturali e ricreative, attraverso forme innovative e sostenibili».
Piero Carbone, giornalista pubblicista

BELSITO – “Raccolta dei rifiuti e impiantistica, problematiche e prospettive, discutiamone insieme” è il tema del terzo incontro organizzato dall’amministrazione comunale nella fase successiva all’emergenza sanitaria per Covid19. Si continua, quindi, da parte dell’esecutivo Basile ad assolvere al proprio compito che è quello di informare la cittadinanza sia sulle iniziative in corso che sui comportamenti da tenere in una fase nella quale la diffusione del contagio sembra essersi fermato. L’assemblea è fissata per domani alle 21.30, presso la sala consiliare di palazzo De Bonis, e verrà trasmessa la diretta sulla pagina Facebook del Comune, per consentire la più ampia diffusione.
Nelle due precedenti riunioni, al cospetto della cittadinanza, ci si è soffermati sull’aggregazione dei giovani in tempo di pandemia, misure di distanziamento e socialità, ed impiantistica e pratica sportiva sempre in riferimento alle precauzioni da usare per evitare i rischi connessi al ritorno dei contagi.
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Riceviamo e pubblichiamo

"E finalmente anche il Comune di Rogliano, forse uno degli ultimi del comprensorio, decide di riunirsi per discutere del rendiconto anno 2019.
Un bilancio che si prospetta fallimentare con un disavanzo di oltre 4 MILIONI DI EURO!
Ma il buongiorno lo vedemmo già dal mattino, da quel lontano novembre 2016 in cui ci venne presentato in consiglio un consulente che avrebbe dovuto aiutarci a stilare un piano di riequilibrio miracoloso. Perché sì, solo un miracolo ci avrebbe potuto salvare, ma da noi il miracolo non c’è stato!
Purtroppo le perplessità che abbiamo sempre mostrato si sono rivelate veritiere.
Un bilancio con un disavanzo sempre più grande nonostante il famoso piano di rientro (con relativo consulente pagato da noi cittadini, dirigenti e “giovani” impiegati che nonostante lunghi anni di servizio vedono rinnovato il proprio contratto di consulenza… Ma si sa a Rogliano il turn-over non piace tanto!),
Piano di rientro che anno dopo anno ha visto prolungare il suo termine.
Bel regalo lasceremo ai nostri nipotini…
Un bilancio di certo fallimentare a parer nostro, come i quasi 5 anni (anzi, a dir meglio, 15 anni) di un’amministrazione che ha fatto sprofondare la nostra cittadina nell’oblio.
Un bilancio che come ogni anno è stato preceduto da un rimprovero della prefettura visto il ritardo accumulato! (ricordiamo noi stessi che il consuntivo andava approvato entro il 30 Giugno e che, aldilà della possibile “causa-covid”, non è la prima volta che succede in questi anni)
Visto che è da tanto che non abbiamo il piacere di partecipare ad un Consiglio Comunale, o ad una qualsiasi forma di confronto con l’amministrazione, tante sono le domande che si sono accumulate in questi mesi:
- Quando e come verranno erogati i quasi 28000€ che la Regione Calabria ha destinato per il nostro Comune come Bonus Alimentare per le famiglie in difficoltà.
- Come è stata gestita l’emergenza COVID: spese varie (mascherine, buoni spesa ed altro…)
- Quando e come verranno utilizzati i fondi concessi per i Centri Estivi.
- Come verrà gestita l’emergenza ATO (Raccolta Rifiuti) al fine di evitare che ci siano ulteriori aggravi a danno dei cittadini che in questi anni su questo tema sono stati chiamati a pagare sin troppo!
- Se abbiamo partecipato a bandi quali efficientamento energetico (a Marzi e S. Stefano, ad esempio, vediamo installati fari a Led), emanati dalla Regione Calabria in questi anni e se le nostre eventuali domande sono state valutate positivamente.
E poi ci chiediamo: come è possibile che nel bando di cosiddetta rivalutazione borghi siamo al 274° posto su circa 350 domande???
Dulcis in fundo…
Rassicurateci: siamo entrati tra i comuni beneficiari dei fondi per lo sviluppo rurale? (PSR).
Tante le domande rispetto alle quali temiamo non otterremo risposte!
Ma questo accade quando si naviga a vista e ormai da 15 anni si naviga senza sapere in quale direzione si vuole andare…".

Un’Altra Rogliano & Esserci per Fare

BELSITO – “Impiantistica e pratica sportiva in tempo di pandemia, misure di distanziamento e socialità. Discutiamone insieme”.
Su questo tema, l’amministrazione comunale, ha fissato per questa sera con inizio alle 21.30 presso la sala riunioni di palazzo De Bonis, un incontro al quale è invitata a partecipare la cittadinanza.
La riunione sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune, considerato che devono essere garantite le misure di distanziamento previste.
Piero Carbone, giornalista pubblicista

BELSITO – Il gruppo di minoranza “Belsito verso la Rinascita” interviene sulla questione relativa al fondo, demaniale e inalienabile, di località “Corsaro o Manca Ceraso”. Lo stesso, perlopiù boschivo, era stato venduto dal Comune a un soggetto privato, ma è tornato di proprietà della comunità belsitese, con la sentenza commissariale del 15 aprile 2020.
Nel rendere pubblico, attraverso il social facebook, il ricorso alla sentenza presentato dall’acquirente alla Corte di Appello di Roma Sezione Usi Civici, “Belsito verso la Rinascita”, evidenzia come esso rappresenti “un ulteriore caparbio tentativo di togliere il bene ai cittadini di Belsito”.
“Per correttezza – si legge nella nota - pubblichiamo il ricorso alla sentenza presentato dall’acquirente alla Corte di Appello di Roma Sezione Usi Civici. Da una attenta lettura, si evince chiaramente che vengono addotte le stesse motivazioni presentate, a suo tempo, al Commissario degli Usi Civici della Calabria che le ha in blocco rigettate. L’appello, assolutamente legittimo per legge, rappresenta comunque un ulteriore caparbio tentativo di togliere il bene ai cittadini di Belsito. È appena il caso di precisare – sottolinea il gruppo di minoranza - che di tutto il patrimonio comunale, il bosco rappresenta il solo e unico bene, a differenza di tutti gli altri beni che hanno invece un costo, che attraverso una regolare programmazione di taglio del legname porterebbe, come lo ha portato in passato, migliaia di euro alle casse comunali”. 

Nella foto, il capogruppo Giovanni De Rose

GRIMALDI – Un incontro per proporre un ampliamento degli spazi cimiteriali. Lo chiede il consigliere di minoranza Attilio Rino (Un Sogno per Grimaldi), in una lettera indirizzata al sindaco Roberto De Marco e al consigliere delegato ai servizi cimiteriali, Vincenzo Volpintesta.
“Da molti anni – scrive Rino nella missiva - non vengono eseguite opere significative sulle aree cimiteriali, se non piccoli interventi di soluzione a breve termine. Considerato che la morte non va in vacanza, e che gli spazi sono sempre più limitati, a mio parere, è giunto il momento per pianificare soluzioni a medio-lungo termine. Pertanto chiedo – conclude il consigliere - un incontro affinché possa esporre alcune mie proposte per un possibile ampliamento degli spazi cimiteriali”.

ALTILIA – L’esecutivo De Rose prosegue nel completamento delle opere programmate e informa sulla ultimazione delle procedure di appalto per una serie di lavori che comprendono anche la sistemazione della grotta eremitica S. Francesco di Paola con annesso orto posta tra la sede comunale e l’ex convento.
Il finanziamento, relativo a una convenzione firmata con la Regione Calabria per un importo di trecentomila euro, viene destinato alla realizzazione di un varco di entrata in piazza Marsico, un arco in pietra tufacea locale, un impianto elettrico per illuminazione, una rampa in legno con passamano laterale, e per il recupero degli affreschi. Una volta terminati i lavori, la grotta avrà tutte le caratteristiche per diventare un grande attrattore turistico, culturale, e religioso.
Le altre procedure riguardano la sistemazione della pavimentazione in via Piani Maione con cubetti di porfido, primo e secondo lotto per un importo di sessantamila euro, e per la sistemazione idrogeologica zona R3 e messa in sicurezza della viabilità Altilia centro, Maione, zona di campagna. Finanziamenti ottenuti dal ministero degli Interni e Ambiente.
Un modello questo del borgo di Altilia che si è imposto negli anni in virtù della lungimiranza del sindaco Pasqualino De Rose, e che ha come unico obiettivo quello di rendere sempre più a vocazione turistica il piccolo centro collinare.
Piero Carbone, giornalista pubblicista

Notizie

Premium Sabatum (2)

Visitatori (2)

42870
OggiOggi108
IeriIeri361
Questa SettimanaQuesta Settimana953
Questo MeseQuesto Mese14652
TotaliTotali42870
Highest 01-09-2021 : 888
3.232.96.22
US
UNITED STATES
US

Photo Gallery (2)

SONDAGGIO. Mangone, amministrative 2021 / VOTA IL TUO SINDACO PREFERITO
SONDAGGIO. Altilia, amministrative 2021 / VOTA IL TUO SINDACO PREFERITO
SONDAGGIO. A chi tra i sindaci del comprensorio darebbe la sua piena fiducia?
SONDAGGIO. Rogliano, amministrative 2021 / VOTA IL TUO SINDACO PREFERITO