L’eurodeputato leghista Vincenzo Sofo è intervenuto nella polemica politica scatenata dalla decisione della Grecia di disincentivare gli arrivi degli italiani nella penisola ellenica. «La Grecia ci sta facendo un favore perché non sta disincentivando i greci a venire da noi bensì il contrario. E siccome i flussi di persone che si spostano dall’Italia alla penisola ellenica sono flussi turistici, invece che incazzarci dovremmo ringraziarli perché - in un momento in cui la creazione dei corridoi turistici rischia di sottrarci turismo internazionale facendoci perdere decine di miliardi di euro - grazie a decisioni come quella della Grecia possiamo compensare trattenendo nel nostro paese i turisti italiani»
Sofo ha così lanciato una proposta per sfruttare la situazione a vantaggio delle regioni del Sud Italia:
«Piuttosto che lamentarci, - ha proseguito l'eurodeputato - dovremmo attrezzarci per offrire ai nostri italiani che sognavano le bellezze greche un’alternativa altrettanto valida che abbiamo in casa: la nostra Grecia, la Magna Grecia. Attrezziamo il nostro Sud, potenziamone i controlli sanitari e i collegamenti, aiutiamo hotel bar ristoranti lidi musei ecc. a mettersi in condizione di accogliere in sicurezza. E proponiamo agli italiani - ha concluso - la scoperta di un patrimonio storico e culturale eccezionale».

 

 

 

 

 

 

 

Manca ancora un anno, ma la corsa verso le elezioni amministrative del 2021 per il rinnovo del consiglio comunale di Rogliano è già iniziata. Ad aprire le danze, nei giorni scorsi, ci ha pensato il capogruppo consiliare di "Un'altra Rogliano", Mario Buffone, il quale, a sorpresa, in un'intervista rilasciata al nostro giornale, ha annunciato la costituzione di una lista unica di centrodestra, aperta alla società civile, un raggruppamento capace di conquistare la leadership comunale.
Ecco la dichiarazione di Buffone: «Esiste un progetto di unica lista per l’anno prossimo. C’è stata grande sintonia e rispetto tra "Un’altra Rogliano ed "Esserci per fare" in questa fase, condividendo le azioni dell’opposizione in un unico progetto che porrà le basi per le amministrative 2021. Abbiamo idee nuove per rilanciare Rogliano che ha perso il suo appeal specialmente negli ultimi anni. Lancio da qui un appello a tutti i roglianesi che vorranno fare parte di questo progetto ambizioso. Non c’è più tempo da perdere».

APRIGLIANO - Con le riaperture delle attività il sindaco Alessandro Porco ha rivolto un messaggio ai concittadini. «In un momento difficile quale quello che stiamo vivendo la comunità apriglianese si è dimostrata generosa, responsabile, altruista e rispettosa delle regole. Abbiamo iniziato un conto alla rovescia al quale abbiamo partecipato tutti condividendo l’isolamento; l’ansia quotidiana per il numero dei contagi; il riscontro dei tamponi; la tristezza per la perdita di persone e la gioia per la guarigione di altre. Con le riaperture, seppur controllate, le cose cambieranno. Saremo, più di prima, direttamente responsabili per il nostro futuro. In questa fase molto delicata è richiesto alto senso civico e di responsabilità. Vi chiedo come primo cittadino di continuare ad essere responsabili e fare quindi in modo che tutto diventi presto, molto presto, soltanto un ricordo.
Aumenteremo senz’altro i controlli, ma nella speranza di vedere presto che non ci sarà più nulla da controllare o ulteriormente limitare. Aprigliano ora ha davvero un gran bisogno di ripartire e, ora più che mai, è necessario che ognuno di noi dimostri con i fatti l’amore verso questo meraviglioso paese».

APRIGLIANO - «Visto il progressivo ritorno alla normalità, con conseguente riapertura delle diverse attività commerciali, e considerato i numerosi collegamenti che il nostro territorio necessita con il capoluogo di provincia, in virtù delle molteplici interazioni di natura economica, e con l’intenzione di rendere alla collettività amministrata un migliore e più adeguato servizio pubblico, con la presente si richiede il ripristino con relativo aumento dei chilometri, delle corse che collegano Aprigliano al Comune di Cosenza».
E’ quanto è scritto nella lettera che il sindaco Alessandro Porco ha indirizzato al presidente della Regione, Santelli, all’assessore alle Infrastrutture, Catalfamo, e per conoscenza al responsabile auto servizi Ferrovie Calabria, Aiello.
«A seguito dell'imminente fase due dell'emergenza sanitaria che prevede la progressiva riapertura di alcune attività produttive, - ha precisato il primo cittadino - abbiamo sollecitato la riattivazione dei mezzi pubblici di trasporto da e per la città capoluogo. Auspichiamo la ripresa della normalità avendo rispetto dei protocolli di sicurezza che dovranno impegnare le Istituzioni e gli addetti ai lavori».

 

In una nota le compagini di minoranza del Comune di Rogliano chiedono l'immediato stop dei tributi comunali. La proposta, portata avanti dai due gruppi, interessa, professionisti, commercianti, artigiani roglianesi.
"Occorre muoversi con la massima urgenza per aiutare concretamente chi, da anni, volge, la propria attività lavorativa qui a Rogliano con coraggio", queste alcune delle dichiarazioni riportate sulla pagina Social di Un'Altra Rogliano.

Pubblichiamo il comunicato stampa integrale diffuso dai gruppi di minoranza "Un'altra Rogliano" ed "Esserci per fare":«Occorre muoversi con la massima urgenza per aiutare concretamente chi, da anni, svolge la propria attività lavorativa qui a Rogliano con coraggio, amore e anche un po’ di testardaggine... nonostante tutto e tutti (pandemia compresa)! Chiediamo la sospensione immediata dei pagamenti di IMU, TARI e di tutti i tributi locali fino alla fine dell’emergenza pandemica per tutte le Partite Iva presenti nel territorio Roglianese. Da questa amministrazione comunale ci aspettiamo meno chiacchiere e più fatti. Le minoranze unite continueranno a collaborare, nonostante tutto, per il bene di Rogliano e dei Roglianesi!».

Bruxelles, 6 maggio - «Invito i governatori delle regioni del Sud Italia a riflettere sull’opportunità di costituire un tavolo permanente per gestire insieme l’uscita dalla crisi, chiedendo al Governo autonomia. I dati sul numero di decessi e sui tassi di contagio indicano che il meridione non ha bisogno di attendere il Nord per ripartire. Al contrario, il Sud deve cogliere l’occasione per iniziare a crearsi un percorso di sviluppo autonomo dalla metà settentrionale del nostro Paese, cosa che i ministri Boccia e Provenzano dovrebbero incentivare invece che ostacolare».
Così si è espresso in una nota l’eurodeputato della Lega Vincenzo Sofo, che ha poi spiegato: «La crisi dovuta al coronavirus ha innescato dinamiche nuove che il Mezzogiorno deve affrontare subito, cito ad esempio la voglia di ritornare a vivere nel luogo di origine di moltissimi meridionali emigrati che può trasformarsi per questi territori in occasione di ripopolamento o la crisi del settore aereo che rischia di aumentarne l’isolamento. Brexit e coronavirus stanno rimettendo in discussione lo status quo dell’Italia e dell’Europa aprendo al nostro Mezzogiorno uno spazio per riscattarsi, ma serve che esso agisca unito e coordinato per rispondere alle imminenti sfide che si troverà davanti e che potrebbero riportarlo al centro della vita politica ed economica del Paese o farlo definitivamente sparire».

Abbiamo inviato ieri, tramite PEC, al Comune di Rogliano un’interpellanza volta a suggerire, qualora vengano emanati altri bandi di solidarietà alimentare (con fondi Regionali e/o del governo) di tener conto dei seguenti parametri:
Che vi sono alcune categorie di cittadini che in questo momento particolare di emergenza e pandemia, sono stati privati in tutto o parzialmente del proprio reddito.
Che vi sono altre categorie di cittadini che pur potendo accedere ad altre forme di sussidio e sostentamento o contributo devono comunque attendere i necessari tempi tecnici per usufruire materialmente di tali misure (cassa integrazione o contributo di € 600,00, a mero titolo esemplificativo) e che comunque hanno ulteriori ed importanti spese cui non possono sottrarsi;
Che appare opportuno di valutare la necessità di un aiuto a favore di quelle categorie che possono usufruire di altre forme di aiuto ma che sono in attesa della loro erogazione effettiva (piccoli commercianti, artigiani, bar …) e che comunque sono tenuti ad affrontare spese inerenti la propria attività che pur non avendo prodotto un reddito ha prodotto delle spese (canone di locazione; costi e forniture…);
Che vi sono altre situazioni di particolarità (nucleo familiare con particolari situazioni di criticità; presenza di invalidi in famiglia; nuclei monogenitoriali ecc ecc)
La richiesta è quella che siano contemplate nei futuri bandi queste categorie inserendo le opportune caselle da vidimare.
Si chiede inoltre:
di meglio specificare a quale periodo si riferisca la situazione reddituale del soggetto proponente, atteso che è evidente l’inadeguatezza al momento di strumenti che riportano la situazione reddituale riferita a periodi differenti dai mesi di marzo, aprile e maggio 2020.
Un numero utile da poter utilizzare per chiedere info sulla compilazione del bando da parte dei cittadini.
Pubblicazione dei criteri e delle modalità di assegnazione dei nuovi bandi (griglie di valutazione).
Sollecitiamo, tra l’altro, all’amministrazione per il 1° bando:
1) Di indicare il numero di domande di accesso di cui al fondo istituito con Ordinanza Pr. Consiglio Dei Ministri, Dipartimento Protezione Civile N. 658 del 29 Marzo 2020, specificando le generalità dei richiedenti;
2) Di indicare quali dipendenti si siano occupati della disamina delle domande ed in forza di quali criteri sono state adottate le scelte di ammissione e/o esclusione;
3) Di avere copia del verbale eventualmente redatto di ammissione esclusione delle domande e così si voglia rendere compiuta motivazione delle scelte che sono state adottate;
4) Copia elenco soggetti risultati beneficiari e quantum riconosciuto a ciascuno;
5) Copia rendiconto sino ad oggi elaborato in modo da verificare tutte le spese legate alla gestione di detto fondo
Ringraziamo tutti i dipendenti del SETTORE 6 (Servizi Sociali) che si sono prodigati, anche in Smart Working, nell’iter e nella distribuziAbbiamo inviato ieri, tramite PEC, al Comune di Rogliano un’interpellanza volta a suggerire, qualora vengano emanati altri bandi di solidarietà alimentare (con fondi Regionali e/o del governo) di tener conto dei seguenti parametri:
Che vi sono alcune categorie di cittadini che in questo momento particolare di emergenza e pandemia, sono stati privati in tutto o parzialmente del proprio reddito.
Che vi sono altre categorie di cittadini che pur potendo accedere ad altre forme di sussidio e sostentamento o contributo devono comunque attendere i necessari tempi tecnici per usufruire materialmente di tali misure (cassa integrazione o contributo di € 600,00, a mero titolo esemplificativo) e che comunque hanno ulteriori ed importanti spese cui non possono sottrarsi;
Che appare opportuno di valutare la necessità di un aiuto a favore di quelle categorie che possono usufruire di altre forme di aiuto ma che sono in attesa della loro erogazione effettiva (piccoli commercianti, artigiani, bar …) e che comunque sono tenuti ad affrontare spese inerenti la propria attività che pur non avendo prodotto un reddito ha prodotto delle spese (canone di locazione; costi e forniture…);
Che vi sono altre situazioni di particolarità (nucleo familiare con particolari situazioni di criticità; presenza di invalidi in famiglia; nuclei monogenitoriali ecc ecc)
La richiesta è quella che siano contemplate nei futuri bandi queste categorie inserendo le opportune caselle da vidimare.
Si chiede inoltre:
di meglio specificare a quale periodo si riferisca la situazione reddituale del soggetto proponente, atteso che è evidente l’inadeguatezza al momento di strumenti che riportano la situazione reddituale riferita a periodi differenti dai mesi di marzo, aprile e maggio 2020.
Un numero utile da poter utilizzare per chiedere info sulla compilazione del bando da parte dei cittadini.
Pubblicazione dei criteri e delle modalità di assegnazione dei nuovi bandi (griglie di valutazione).
Sollecitiamo, tra l’altro, all’amministrazione per il 1° bando:
1) Di indicare il numero di domande di accesso di cui al fondo istituito con Ordinanza Pr. Consiglio Dei Ministri, Dipartimento Protezione Civile N. 658 del 29 Marzo 2020, specificando le generalità dei richiedenti;
2) Di indicare quali dipendenti si siano occupati della disamina delle domande ed in forza di quali criteri sono state adottate le scelte di ammissione e/o esclusione;
3) Di avere copia del verbale eventualmente redatto di ammissione esclusione delle domande e così si voglia rendere compiuta motivazione delle scelte che sono state adottate;
4) Copia elenco soggetti risultati beneficiari e quantum riconosciuto a ciascuno;
5) Copia rendiconto sino ad oggi elaborato in modo da verificare tutte le spese legate alla gestione di detto fondo
Ringraziamo tutti i dipendenti del SETTORE 6 (Servizi Sociali) che si sono prodigati, anche in Smart Working, nell’iter e nella distribuzione dei fondi del 1° Bando.
Ribadiamo, COME SEMPRE FATTO, il nostro spirito di collaborazione verso l’amministrazione (nonostante le continue porte in faccia e le critiche ricevute) per il bene dei Roglianesi e soprattutto per i nostri concittadini in difficoltà per la mancanza di lavoro (commercianti, partite IVA, lavoratori in cassa integrazione, tirocinanti e varie).
In allegato il testo completo dell'Interpellanza.
Grazie a tutti e buon lavoro
Un' Altra Rogliano ed Esserci Per Fare

one dei fondi del 1° Bando.
Ribadiamo, COME SEMPRE FATTO, il nostro spirito di collaborazione verso l’amministrazione (nonostante le continue porte in faccia e le critiche ricevute) per il bene dei Roglianesi e soprattutto per i nostri concittadini in difficoltà per la mancanza di lavoro (commercianti, partite IVA, lavoratori in cassa integrazione, tirocinanti e varie).
In allegato il testo completo dell'Interpellanza.
Grazie a tutti e buon lavoro

Un' Altra Rogliano ed Esserci Per Fare 

Nella foto (Studio Tosti), il capogruppo di minoranza "Un'altra Rogliano", Mario Buffone

 

Notizie

Premium Sabatum (2)

Visitatori (2)

202634
OggiOggi368
IeriIeri553
Questa SettimanaQuesta Settimana3208
Questo MeseQuesto Mese9017
TotaliTotali202634
Highest 09-02-2021 : 1115
3.237.16.210
US
UNITED STATES
US

Photo Gallery (2)